Violenza su disabile al centro don Orione, prete indagato per false dichiarazioni


La Procura di Napoli ha iscritto nel registro degli indagati il direttore della provincia religiosa "Madre della Divina Provvidenza": è accusato di avere reso false dichiarazioni ai pm nell'inchiesta sugli abusi sessuali nel centro Don Orione di cui si sarebbe reso responsabile l'ex vicedirettore, Roberto Gerolamo Filippini, arrestato a dicembre.
Continua a leggere

Salvatore Barbaro fu vittima innocente di camorra, i familiari potranno essere risarciti


Il tribunale civile di Napoli ha riconosciuto il diritto di Giovanna Scudo a ottenere l'indennizzo previsto dallo Stato per le vittime innocenti di mafia; la donna è la madre di Salvatore Barbaro, ucciso dalla camorra in un agguato nel 2009 per uno scambio di persona. Lo status era stato rifiutato due volte dal ministero dell'Interno.
Continua a leggere

Ercolano, operaio minorenne in nero precipita dal terzo piano nel cantiere abusivo


Un ragazzo di 16 anni è precipitato dal terzo piano mentre lavorava come operaio in un cantiere abusivo in un edificio di Ercolano, in provincia di Napoli; trasportato in ospedale, è stato giudicato guaribile in 30 giorni. L'edificio è stato sequestrato e sono stati denunciati un altro operaio e due donne che avevano commissionato i lavori.
Continua a leggere

Ercolano, trovati i resti del cervello di una delle vittime dell’eruzione del 79 d.C.


I resti del cervello di una delle vittime dell'eruzione del Vesuvio del 79 dopo Cristo ritrovati all'interno della sua scatola cranica. La clamorosa scoperta del team di ricercatori e archeologi che lavorano all'interno del sito di Ercolano. La vittima sarebbe il custode del Collegio degli Augustali, ritrovato carbonizzato sul proprio letto.
Continua a leggere

Ercolano, sesso a pagamento nel centro massaggi, le mogli gelose denunciano le escort


I carabinieri hanno scoperto un centro massaggi di Ercolano (Napoli) dove venivano offerte prestazioni sessuali a pagamento, con tariffe tra i 60 e i 100 euro. Per il gestore, un 41enne pregiudicato, è scattato il divieto di dimora. Le indagini partite dopo le segnalazioni di alcune donne che avevano notato le strane frequentazioni dei mariti.
Continua a leggere