L’Italia alle prese con il calendario delle agenzie di rating

Oltre ai calendari della crisi di governo e della manovra, il nostro Paese deve prestare attenzione alle scadenze delle agenzie. La prima sarà Moody's il 6 settembre poi arriverà S&P il 25 ottobre. Le cose da sapere.

A ricordare al Paese che non potrà macerare ancora a lungo nell’incertezza politica non ci sono solo il calendario della crisi e quello della manovra economica. Appeso al muro ne troviamo anche un terzo, non meno importante, che riporta le date entro le quali le principali agenzie di rating emetteranno le loro sentenze. Vere e proprie sessioni di esami di fine estate durante le quali l’affidabilità e la preparazione del nostro Paese finiranno sotto la lente di ingrandimento e sarà deciso se restiamo buoni pagatori o meno. E dato che infrastrutture, servizi, stipendi, ma anche lo stesso debito pubblico è pagato a suon di obbligazioni, risulta evidente perché non possiamo correre il rischio di essere bocciati. Non esiste, difatti, la possibilità di ripresentarsi al prossimo appello.

Giovanni Tria, ministro dell’Economia.

COME FUNZIONANO LE AGENZIE DI RATING

Ne sentiamo sempre parlare, soprattutto dalla crisi economica del 2009. Ma siamo sicuri di conoscere il loro funzionamento? Partiamo dalle basi: quando un soggetto, come una società o uno Stato, si indebita (e l’indebitamento di per sé non è un concetto negativo), un investitore può decidere se investire o meno prestandogli denaro. Occorre però che un altro soggetto, che si assume essere terzo e imparziale, recensisca la solvibilità del debitore. Dica, insomma, quali sono le chance che ha il creditore di rivedere nel proprio portafogli la somma investita con l’aggiunta degli interessi. Sulla base delle valutazioni delle agenzie di rating si calcola il rendimento dei titoli obbligazionari. Quindi il rating rappresenta uno dei fattori che determinano il costo del prestito e le conseguenti condizioni di rimborso. Come sul mercato tradizionale, se le obbligazioni di uno Stato “vanno a ruba”, il rendimento assicurato sarà basso. Se un Paese invece fatica a piazzarle perché non è considerato attendibile, dovrà ingolosire gli acquirenti con la promessa di guadagni maggiori. Ecco perché maggiore è il rischio che un investitore corre nell’acquistare un’obbligazione, maggiore è il tasso d’interesse che sarà pagato e i titoli più rischiosi sono anche i più redditizi.

Il quartier generale dell’agenzia di rating Usa S&P’s.

IL SISTEMA DI VALUTAZIONE

La valutazione viene stabilita attraverso un complesso sistema sintetizzato con delle sigle. Lo specchietto è ben riassunto sul portale della Borsa Italiana. Per Standard & Poor’s, per esempio, i giudizi variano da “AAA”, una sorta di 30 universitario, alla D che indica invece l’insolvenza. Moody’s presenta alcune variazioni e boccia già con C. A questi si accompagna poi l’outlook, che può essere positivo, stabile o negativo, se l’agenzia scommette in un miglioramento o in un peggioramento della situazione.

LE PAGELLE: L’ITALIA APPENA SUFFICIENTE

Il nostro Paese al momento vivacchia con una media del 18, cioè BBB, l’ultima valutazione che chiude il gruppo degli investment grade, ossia degli investimenti relativamente sicuri sul quale possono indirizzare i propri capitali anche gli investitori istituzionali come le grandi banche d’affari, che invece hanno il divieto di investire su tutto ciò che sta al di sotto e viene considerato spazzatura. Offrirebbero un guadagno maggiore, ma sarebbe equiparato al gioco d’azzardo e ciò non deporrebbe a favore della loro solidità. E chi sono invece i primi della classe? Hanno la tripla A Paesi come la Germania, gli Usa, il Lussemburgo, la Svezia, la Svizzera e il Canada.

Fitch ha confermato per l’Italia BBB e outlook negativo.

IL BBB CONFERMATO DA FITCH

Le valutazioni delle agenzie debbono aderire agli eventi economici e politici in costante mutamento. Perciò sono continue. Vere e proprie sessioni di esame, si diceva. L’ultimo appello il nostro Paese lo ha sostenuto pochi giorni fa, il 9 agosto scorso. E di fronte a sé ha trovato un esaminatore che non si è rivelato certo dei più generosi: l’agenzia Fitch che ha confermato il BBB (a pari merito di Portogallo e Bulgaria) e outlook negativo. Dobbiamo constatare che all’appuntamento del 9 agosto non siamo arrivati preparati al meglio: era appena scoppiata la crisi di governo, gli indici economici avevano allontanato le prospettive di crescita evocate dall’esecutivo e soprattutto, si affacciava lo spettro di nuove elezioni proprio nel cruciale periodo in cui l’esecutivo presenta al parlamento e all’Ue la legge di bilancio.

IL 6 SETTEMBRE È LA VOLTA DI MOODY’S

Ma gli esami per il nostro Paese non finiscono certo qui. Neppure il tempo di tornare dalle ferie e dovremo sederci alla cattedra di Moody’s, il prossimo 6 settembre. Se Fitch non è il più simpatico dei professori, Moody’s ci ha già preso di mira, etichettandoci come alunni particolarmente pigri. Soltanto lo scorso anno, l’agenzia americana aveva declassato il rating sul debito sovrano dell’Italia da Baa2 da Baa3, che, nella sua scala di valori, significa porci appena un gradino sopra il livello «spazzatura». Aveva però avuto la bontà di fissare l’outlook a stabile. Come a dire: siete a un passo dal baratro, ma non dovreste commettere la follia di andare ancora più in là. Almeno in tempi brevi. Poi, appunto, si vedrà.

A fine estate l’Italia sarà sotto la lente di ingrandimento delle agenzie di rating.

ATTESA A FINE OTTOBRE PER S&P

Il 25 ottobre sarà invece il turno del giudizio di S&P Global Ratings. La sua ultima valutazione risale alla fine dello scorso aprile con la conferma di un misero BBB con outlook negativo. Comunque un miglioramento rispetto all’ottobre 2018, quando modificò le previsioni da stabili a negative. Nell’ultima pagella S&P aveva sottolineato l’attenzione per «un marcato deterioramento delle condizioni finanziarie esterne» e, soprattutto, per «i continui cambiamenti politici», che, veniva sottolineato, «indeboliscono il potenziale di crescita». Chissà cosa scriverà in autunno, se ci presenteremo di fronte a lei in piene elezioni. Per l’agenzia statunitense è un po’ più affidabile di noi, a BBB+, la Polonia. Sotto, a BBB-, ha invece sbattuto Russia, Bulgaria, Romania, Ungheria e Portogallo. Infine, il 15 novembre toccherà sostenere l’ultimo esame dell’anno con la canadese Dbrs, finora quella più accomodante nei nostri riguardi. Ma anche la più piccola e meno indicativa delle agenzie. Lo scorso 12 luglio aveva confermato un ottimistico BBB (High) con trend stabile motivato dal fatto, assai curioso, che si pronosticava una scarsa longevità al governo gialloverde auspicando il ritorno di esecutivi più inclini a porre in essere misure adatte alla crescita del Paese. Non tutte le crisi di governo, insomma, vengono per nuocere al sistema economico italiano. Alcune potrebbero persino fare il suo bene.

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it

Economia – “Fare impresa” è rischiare mettendosi in gioco (Pressitalia)

Pressitalia scrive nella categoria Economia che: Da Advisor Abbate, CEO OXORA – Come Advisor sono fermamente convinto che la soluzione per il dare un calcio alla pressante crisi economica non sia di certo quella di sta lì a piangersi addosso, bens
vai agli ultimi aggiornamenti su: advisor abbate oxora abbate ceo oxora
1 Voti

Vai all'articolo completo » .“Fare impresa” è rischiare mettendosi in gioco.
“Fare impresa” è rischiare mettendosi in gioco

Lavoro – I videogames a metà strada tra uno sport e un lavoro per combattere la crisi: vi presento Twitch TV (PeterPupper)

PeterPupper scrive nella categoria Lavoro che: Possono i videogames online essere considerati al giorno d'oggi una forma alternativa di guadagno ? La risposta è si: c'è chi ne fa una professione a metà strada tra gioco , considerato come sport ,
vai agli ultimi aggiornamenti su: esports guadagnare con i videogiochi
1 Voti

Vai all'articolo completo » .I videogames a metà strada tra uno sport e un lavoro per combattere la crisi: vi presento Twitch TV.
I videogames a metà strada tra uno sport e un lavoro per combattere la crisi: vi presento Twitch TV

Leggi e Diritti – Ci Vediamo in Tribunale: su RAI 2 il nuovo programma co (mastone)

mastone scrive nella categoria Leggi e Diritti che: Lunedi` 18 settembre 2017 dalle 16.30 su Rai 2 andra` in onda la prima puntata di Ci vediamo in Tribunale, l’atteso nuovo programma e scripted-reality co-prodotto da Stand by me e da Rai Fiction.I pr
vai agli ultimi aggiornamenti su: ci vediamo in tribunale
1 Voti

Vai all'articolo completo » .Ci Vediamo in Tribunale: su RAI 2 il nuovo programma co.
Ci Vediamo in Tribunale: su RAI 2 il nuovo programma co

Leggi e Diritti – Omicidio Meredith Kercher Nessun indennizzo a Raffaele Sollecito (GelsominaCimino)

GelsominaCimino scrive nella categoria Leggi e Diritti che: È delle ultime ore la pubblicazione delle motivazioni della sentenza n. 42014/2017 resa lo scorso 28.06.2017, con la quale la Corte di Cassazione ha respinto la richiesta di riparazione avanzata da R
vai agli ultimi aggiornamenti su: raffaele sollecito omicidio perugia
2 Voti

Vai all'articolo completo » .Omicidio Meredith Kercher Nessun indennizzo a Raffaele Sollecito.
Omicidio Meredith Kercher Nessun indennizzo a Raffaele Sollecito

Borsa e Finanza – Cosa accadrà questa settimana sul calendario economico? (forextradingpratico)

forextradingpratico scrive nella categoria Borsa e Finanza che: Torniamo con il nostro classico appuntamento settimanale, dove andiamo ad analizzare le principali notizie macroeconomiche sul calendario economico. Oltre a visionare che cosa vogliono dire le princi
vai agli ultimi aggiornamenti su: calendario economico
1 Voti

Vai all'articolo completo » .Cosa accadrà questa settimana sul calendario economico?.
Cosa accadrà questa settimana sul calendario economico?

Leggi e Diritti – Giudizio di revoca dell’amministratore di condominio: legittimazione e motivi. (AvvocatoJonas)

AvvocatoJonas scrive nella categoria Leggi e Diritti che: Oramai sono tantissime le persone scontente del proprio amministratore di condominio che ci chiedono come agire per la sua revoca. Di seguito alcune indicazione su chi può agire in giudizio e quali p
vai agli ultimi aggiornamenti su: condominio amministratore revoca
1 Voti

Vai all'articolo completo » .Giudizio di revoca dell'amministratore di condominio: legittimazione e motivi..
Giudizio di revoca dell

Borsa e Finanza – BRI, quanti rischi globali per l’economia (HelyRicci)

HelyRicci scrive nella categoria Borsa e Finanza che: Malgrado il miglioramento delle prospettive economiche, secondo la Banca dei regolamenti internazionali (Bri) i mercati globali sono esposti a grossi rischi per via del fatto che le banche centrali n
vai agli ultimi aggiornamenti su: bri banche finanza trading
1 Voti

Vai all'articolo completo » .BRI, quanti rischi globali per l'economia.
BRI, quanti rischi globali per l

Fisco e Tasse – Nuove detrazioni e contributi per chi assiste familiari e disabili. Novità dei ddl Bignami aggiornate al 17 settembre (AlessioCaiaffa)

AlessioCaiaffa scrive nella categoria Fisco e Tasse che: Tutte le novità del momento in tema di caregivers. Sul tavolo della Commissione in Senato si stanno discutendo tutte queste misure nuove da approntare per il riconoscimento di una nuova qualifica i
vai agli ultimi aggiornamenti su: tasse fisco consumi.news economia
1 Voti

Vai all'articolo completo » .Nuove detrazioni e contributi per chi assiste familiari e disabili. Novità dei ddl Bignami aggiornate al 17 settembre.
Nuove detrazioni e contributi per chi assiste familiari e disabili. Novità dei ddl Bignami aggiornate al 17 settembre