Congedo matrimoniale nel contratto Studi professionali


Il congedo matrimoniale retribuito nel contratto studi professionali è pari a quindici giorni consecutivi di calendario, con decorrenza dal terzo giorno antecedente la celebrazione del matrimonio. Spetta agli impiegati, così come ad operai e apprendisti, ai quali spetta l'assegno congedo matrimoniale erogato dall'Inps. Il lavoratore dovrà esibire idonea documentazione, ossia il certificato di matrimonio, e richiedere le ferie matrimoniali con un congruo anticipo.
Continua a leggere

Incentivo assunzione giovani nella Legge di Bilancio 2021


Nella Legge di Bilancio 2021 è previsto un incentivo assunzione giovani under 36 negli anni 2021 e 2022. Si tratta dell'ampliamento dell’esonero contributivo strutturale previsto dalla Legge di Bilancio 2018 sulle assunzioni a tempo indeterminato dei giovani. Lo sconto sui contributi dovuti dal datore di lavoro all’Inps sale dal 50% al 100% per la durata di 36 mesi, elevata a 48 mesi al SUD. Ampliato il limite annuale da 3.000 a 6.000 euro. L’esonero spetta a condizione che il giovane sia al primo contratto a tempo indeterminato ed è sottoposto all’approvazione della Commissione Europea perché finanziato con i fondi europei Next Generation EU. Vediamo tutti gli aspetti.
Continua a leggere

Tabelle retributive CCNL acqua e gas: stipendio anno per anno


Le tabelle retributive del contratto CCNL Gas e acqua indicano lo stipendio mensile o anche paga base dei lavoratori del settore Gas e acqua in busta paga. Allo stipendio mensile vanno aggiunti gli aumenti periodici o scatti di anzianità e gli altri elementi fissi e continuativi della retribuzione. Le tabelle retributive CCNL Gas e acqua sono decise dai rinnovi del contratto collettivo (gli ultimi aumenti dei minimi da settembre 2021, settembre 2020 e dicembre 2019). Vediamo la retribuzione spettante ai dipendenti assunti con il CCNL Gas e acqua e tutte le tabelle retributive del CCNL Gas e acqua in vigore anno per anno.
Continua a leggere

Tredicesima nel contratto Telecomunicazioni: come si calcola


Nel contratto Telecomunicazioni è previsto il pagamento della tredicesima entro la Vigilia di Natale. Spetta un rateo di tredicesima per ogni mese, o frazione superiore a 15 giorni, di rapporto di lavoro nell'anno solare di erogazione della tredicesima. Il calcolo della tredicesima va effettuato sul trattamento economico minimo (T.E.M.), ossia minimo stipendiale, contingenza, scatti di anzianità, E.D.R., ma anche su alcuni elementi del trattamento economico complessivo (T.E.C.) previsto dal CCNL Telecomunicazioni. In particolare, dopo il rinnovo del contratto, è incluso nella tredicesima il nuovo elemento Retributivo di Settore (E.R.S.) e da aprile 2021 è incluso l'elemento retributivo separato. Esclusi una tantum, elemento di garanzia retributiva e maggiorazioni per lavoro straordinario, notturno, festivo e supplementare. Vediamo tutte le informazioni.
Continua a leggere

Periodo di prova nel contratto telecomunicazioni: come funziona


Il periodo di prova massimo nel CCNL Telecomunicazioni (contratto TLC) è pari a tre mesi per i lavoratori inquadrati al primo, secondo, terzo e quarto livello e di sei mesi per i lavoratori inquadrati al quinto, sesto, settimo livello del CCNL TLC. Possibile la protrazione e la rinnovazione solo in caso di malattia o infortunio. Il recesso durante il periodo di prova per "licenziamento" datoriale o "dimissione" del lavoratore è senza preavviso e riconoscimento dell'indennità di preavviso. Vediamo tra mansioni effettive, livelli di inquadramento, retribuzione, preavviso, come funziona il periodo di prova nel contratto telecomunicazioni.
Continua a leggere

Tabelle retributive e aumento stipendi nel CCNL radiotelevisioni private


Aumento di stipendio per i lavoratori delle radio e televisioni private nazionali: da 47,10 a 18,62 euro al mese dalla busta paga di ottobre 2020 per effetto del rinnovo delle tabelle retributive del contratto Radiotelevisioni private. Si tratta dei dipendenti di aziende private o agenzie di informazione che svolgono attività di produzione, post-produzione, emissione, edizione, messa in onda di programmi, nonché di distribuzione e commercializzazione. Ecco come cambiano gli importi in busta paga e le nuove tabelle retributive CCNL radio e tv private nazionali da ottobre 2020.
Continua a leggere

Reddito di cittadinanza: famiglia con disabili, offerta congrua entro 100 km


Durante il periodo di percezione del reddito di cittadinanza di 18 mesi continuativi e durante il periodo di rinnovo del Rdc per ulteriori 18 mesi le famiglie con componenti con disabilità hanno l'obbligo di accettare offerte di lavoro entro i 100 km, perché ritenute congrua offerta di lavoro. Nei primi 18 mesi di Rdc l'obbligo è di accettare almeno una di tre offerte, in caso di rinnovo la prima offerta congrua. Vediamo la normativa sul Rdc sull'offerta congrua di lavoro.
Continua a leggere

Reddito di cittadinanza: tutti i requisiti (residenza, soggiorno, reddituali ISEE e patrimoniali)


La normativa sul reddito di cittadinanza prevede dei requisiti di cittadinanza, residenza e soggiorno, requisiti reddituali e patrimoniali. Dalla residenza in Italia da 10 anni, di cui due continuativi, all’ISEE inferiore a 9.360 euro, dal calcolo del limite di reddito familiare e del patrimonio immobiliare e mobiliare (conti correnti, ecc.), fino ai limiti sul possesso di beni durevoli come auto, scooter, moto, vediamo tutti i requisiti previsti per il Reddito di cittadinanza.
Continua a leggere

Reddito di cittadinanza: calcolo del reddito familiare e dei limiti per ogni famiglia


Il reddito familiare per il diritto al Reddito di cittadinanza è calcolato secondo la normativa ISEE, ma vi sono prestazioni previdenziali e assistenziali, nonché redditi inclusi ed esclusi dal calcolo. Il reddito familiare del richiedente va confrontato con i limiti di reddito previsti dalla normativa sul Reddito di cittadinanza, che dipendono dalla composizione del nucleo familiare e dalla scala di equivalenza. Vediamo come si calcola il limite di reddito di una famiglia e come si calcola il reddito familiare sulla base dell'attestazione ISEE e la normativa sul Rdc.
Continua a leggere

Lavoro straordinario, notturno e festivo nel contratto Metalmeccanici artigiani


Il lavoro straordinario nel contratto metalmeccanici artigiani scatta al superamento delle 40 ore settimanali, come prevede la legge. Il limite massimo di ore si straordinario annue previsto dal CCNL metalmeccanici artigiani è di 230 ore annue. Per il lavoro straordinario, al lavoratore, spetta la maggiorazione del 25% sulla retribuzione di fatto. Se lo straordinario è festivo o notturno le maggiorazioni sono del 45% e 55%. Vediamo la normativa, gli articoli del CCNL e come si calcolano gli straordinari in base allo stipendio in busta paga.
Continua a leggere

Lavoro supplementare part-time nel CCNL metalmeccanici artigiani


I lavoratori part-time assunti con CCNL metalmeccanici artigiani possono svolgere lavoro supplementare entro i limiti delle 40 ore settimanali stabilite per il lavoro a tempo pieno. Si tratta quindi di un completamento delle ore come differenza tra quelle del lavoro full-time e quelle previste dal contratto part-time. Per ogni ora lavorata in più spetta una maggiorazione per lavoro supplementare pari al 10%. Vediamo cosa prevede la normativa in materia di lavoro supplementare e nello specifico le norme previste dal CCNL metalmeccanici artigianato.
Continua a leggere

Tabelle retributive CCNL Studi professionali: stipendio anno per anno


Le tabelle retributive del contratto CCNL Studi professionali indicano la retribuzione fissa e continuativa spettante nello stipendio mensile dei lavoratori degli studi professionali o delle aziende in cui si applica tale contratto. Le tabelle retributive CCNL Studi professionali Confprofessioni Consilp sono decise in base al rinnovo del contratto collettivo. Vediamo nel corso degli anni la retribuzione spettante ai dipendenti assunti con il CCNL Studi professionali Consilp e tutte le tabelle retributive CCNL Studi professionali Consilp in vigore anno per anno.
Continua a leggere

Scatti di anzianità colf e badanti: aumento 4% dello stipendio minimo


Gli scatti di anzianità per i lavoratori domestici, colf e badanti, secondo il CCNL del lavoro domestico, spettano nella percentuale del 4 per cento della paga base. Gli scatti di anzianità sono biennali, quindi spettano ogni due anni di lavoro presso lo stesso datore di lavoro. L’aumento spetta in misura percentuale, quindi dipende dall’importo del minimo stipendiale in base al livello di inquadramento. Vediamo nello specifico cosa stabilisce il CCNL lavoro domestico riguardo agli scatti di anzianità.
Continua a leggere

Tabelle retributive CCNL Cooperative sociali: stipendio anno per anno


Le tabelle retributive del contratto CCNL Cooperative sociali indicano la retribuzione fissa e continuativa spettante nello stipendio mensile dei lavoratori delle cooperative sociali. Le tabelle retributive CCNL Cooperative sociali sono decise in base al rinnovo del contratto collettivo. L’ultimo rinnovo CCNL Cooperative sociali è di aprile 2020. Vediamo in questo approfondimento la retribuzione spettante ai dipendenti inquadrati con il CCNL Cooperative sociali e tutte le tabelle retributive contratto nazionale Cooperative sociali, in vigore anno per anno.
Continua a leggere

Rientro dall’estero dei lavoratori: quarantena obbligatoria e diritto alla malattia


Con il D.P.C.M. 7 agosto 2020 introdotto l'obbligo di autodichiarazione in caso di rientro dall'estero, sorveglianza sanitaria e isolamento fiduciario. L'ordinanza del Ministero della salute l'obbligo di tampone per i rientri da Croazia, Grecia, Malta o Spagna. La quarantena obbligatoria comporta l'assenza da lavoro e potrebbe far scattare il diritto all'equiparazione alla malattia. Vediamo paese per paese gli obblighi dei lavoratori di ritorno dalle ferie e come devono comportarsi i datori di lavoro.
Continua a leggere

Proroga Naspi e Dis-coll di due mesi nel Decreto Agosto: a chi spetta


Il Decreto Agosto, D. L. n. 104 del 14 agosto 2020, ha riconosciuto due mensilità aggiuntive di Naspi e Dis-coll ai lavoratori disoccupati aventi la scadenza della prestazione a sostegno del reddito tra il 1° maggio e il 30 giugno 2020. Dopo le due mensilità aggiuntive con il Decreto Rilancio, riconosciuti ulteriori due mesi aggiuntivi anche a coloro che hanno la Naspi o Dis-Coll scaduta tra il 1° marzo e il 30 aprile 2020. Vediamo come funziona la decorrenza e l'importo percepito.
Continua a leggere

Preavviso dimissioni o licenziamento CCNL metalmeccanici artigiani


Nel CCNL metalmeccanica artigiani i termini di preavviso in caso di dimissioni o licenziamento dipendono dal settore in cui opera l’azienda artigiana (Settore Metalmeccanica ed Installazione Impianti; Settore Orafi, argentieri ed affini; Settore odontotecnico), dall’anzianità di servizio e dalla qualifica e livello contrattuale. I termini del preavviso nel contratto Metalmeccanici artigiani sono pari a dei giorni di calendario. In caso di mancato rispetto del periodo di preavviso, scatta l’obbligo di erogare l’indennità sostitutiva del preavviso in base alle ore e alle giornate di lavoro effettivamente prestate. Vediamo nel dettaglio tutta la normativa relativa ai termini di preavviso nel contratto metalmeccanici artigiani.
Continua a leggere

CCNL Studi professionali: livelli, mansioni e classificazione del personale


La classificazione del personale nel CCNL Studi professionali Conprofessioni Consilp è suddivisa in cinque aree professionali. Essa comprende le professioni di Consulenti del Lavoro, Commercialisti, Esperti e Revisori Contabili, Avvocati, notai, ingegneri, architetti, geometri, geologi, periti, medici, dentisti, ecc. I livelli di inquadramento vanno dal primo al quinto livello. Vediamo l’elenco completo della declaratoria e della descrizione delle mansioni di ogni livello di inquadramento nel contratto collettivo degli studi professionali.
Continua a leggere

Tabelle retributive contratto Pelli e cuoio industria: stipendio anno per anno


Le tabelle retributive del contratto CCNL Pelli e cuoio industria indicano lo stipendio mensile o paga base dei lavoratori in busta paga, al quale vanno aggiunti gli aumenti periodici di anzianità, ossia gli scatti biennali di anzianità. Le tabelle retributive CCNL Pelli e cuoio sono decise in base al rinnovo del contratto collettivo. Vediamo la retribuzione spettante ai dipendenti assunti con il CCNL Pelli e cuoio industria e tutte le tabelle retributive del CCNL Pelli e cuoio in vigore anno per anno.
Continua a leggere

Scatti di anzianità CCNL Pelli e cuoio industria: ecco gli aumenti in busta paga


Gli scatti di anzianità nel CCNL Pelli e cuoio sono gli aumenti periodici di anzianità previsti dall'art. 48 del contratto collettivo. Si tratta di quattro aumenti biennali in busta paga. Vanno da 11,88 euro al mese per il livello sesto fino a 6,71 euro mensili per il primo livello e rientrano nella retribuzione di fatto. Il contratto Pelli e industria disciplina anche il calcolo degli scatti di anzianità in caso di passaggio ad un livello superiore di inquadramento e riconoscimento di un superminimo.
Continua a leggere

Periodo di prova nel CCNL Telecomunicazioni


Il periodo di prova massimo nel CCNL Telecomunicazioni (contratto TLC) è pari a tre mesi per i lavoratori inquadrati al primo, secondo, terzo e quarto livello e di sei mesi per i lavoratori inquadrati al quinto, sesto, settimo livello del CCNL TLC. Possibile la protrazione e la rinnovazione solo in caso di malattia o infortunio. Il recesso durante il periodo di prova per "licenziamento" datoriale o "dimissione" del lavoratore è senza preavviso e riconoscimento dell'indennità di preavviso.
Continua a leggere

Periodo di prova CCNL edilizia artigianato per operai e impiegati


Il CCNL edilizia artigianato disciplina il periodo di prova prevedendo una durata diversa della prova per i dipendenti assunti come operai, impiegati e apprendisti. La durata del periodo di prova dipende anche dal livello di inquadramento. Si va da un minimo di 15 giorni ad un massimo di 35 giorni per gli operai; da 2 a 6 mesi per gli impiegati. Per gli apprendisti la durata del periodo di prova può essere massimo di 6 settimane. Sono esonerati dal periodo di prova operai ed impiegati che entro un determinato periodo di tempo abbiano già lavorato presso la stessa impresa. Vediamo cosa stabilisce il contratto edilizia artigianato in materia di periodo di prova.
Continua a leggere

Congedo non retribuito per figli da 12 a 16 anni durante chiusura scuola


I genitori entrambi lavoratori con figli da 12 a 16 anni hanno diritto ad un congedo non retribuito per tutta la durata della chiusura delle scuole. L'assenza non retribuita è giustificata, non è retribuita, quindi è senza indennità, non dà diritto alla contribuzione figurativa, ma dà diritto alla conservazione del posto di lavoro ed il divieto di licenziamento. Resta fermo, per altri figli fino a 12 anni, il diritto al congedo parentale straordinario retribuito di 15 giorni.
Continua a leggere

Bonus 600 euro per lavoratori dello spettacolo Enpals (Coronavirus)


Il Decreto Legge n. 18 del 2020 emanato in piena emergenza Coronavirus è stata introdotta un’indennità di 600 euro per i lavoratori dello spettacolo. Hanno diritto al bonus di 600 euro i lavoratori iscritti al Fondo pensioni Lavoratori dello spettacolo (Enpals), con almeno 30 contributi giornalieri versati nell’anno 2019 al Fondo, con reddito non superiore a 50.000 euro. L'Indennità COVID-19 non spetta ai titolari di pensione ed ai lavoratori rapporto di lavoro dipendente alla data del 17 marzo 2020. Vediamo requisiti, come fare domanda e tutte le informazioni.
Continua a leggere

Permessi legge 104/92 estesi fino a 12 giorni a marzo e aprile 2020


I permessi legge 104 del 1992 passano da tre a dodici giorni al mese per i mesi di marzo e aprile 2020. Il Decreto "Cura Italia" per emergenza Coronavirus Covid-19, ha infatti esteso il numero di giorni di permessi retribuiti per l'assistenza ad una persona con handicap in situazione di gravità. Durante i permessi spettano gli assegni familiari, così come le ferie sono sospese per la fruizione dei permessi. I lavoratori in cassa integrazione ordinaria a zero ore non hanno diritto ai permessi legge 104/92.
Continua a leggere

Vietati i licenziamenti dei lavoratori per due mesi durante l’emergenza Coronavirus


Il Decreto Legge per l'emergenza Coronavirus Covid-19 contiene una norma che sospende, per due mesi, tutte le procedure di licenziamento individuale e collettivo in Italia, nonché i licenziamenti per giustificato motivo oggettivo (esempio licenziamento per motivi economici). Sostanzialmente consentiti per 60 giorni solo i licenziamenti disciplinari per giusta causa o giustificato motivo soggettivo, per inadempienze gravi o gravissime del lavoratore. Ecco nel dettaglio.
Continua a leggere

Coronavirus, studi professionali: lavoro agile o chiusura temporanea


Il DPCM 11 marzo 2020 contiene alcune raccomandazioni per gli studi professionali per il contrasto alla diffusione del contagio del Coronavirus Covid-19, quali la sanificazione dei luoghi di lavoro. Un'attenta lettura obbliga gli studi professionali alla chiusura temporanea fino al 25 marzo 2020 oppure a tenere aperti solo i reparti indispensabili, per i rischi sulla salute e sicurezza sul lavoro e difficoltà di rispetto della distanza interpersonale di un metro. Nelle raccomandazioni, il Governo incentiva al ricorso al lavoro agile o al telelavoro, all'utilizzo di ferie e congedi retribuiti. Vediamo nel dettaglio.
Continua a leggere

Coronavirus: aumentano obblighi e responsabilità del datore di lavoro


Con il DPCM 11 marzo 2020, il Governo Conte, per contrastare l'emergenza pandemia Coronavirus Covid-19, ha introdotto una serie di raccomandazioni nei confronti dei datori di lavoro dei settori produttivi e delle attività professionali non investite dalle sospensioni o chiusure di legge. Chiesto il massimo utilizzo del lavoro agile o smart working o sospensione reparti aziendali non indispensabili. Obblighi di sanificazione dei luoghi di lavoro, rielaborazione della valutazione dei rischi, rispetto distanza interpersonale di un metro e dispositivi di protezione individuale (DPI), rispetto rigoroso delle disposizioni aziendali dei dipendenti, limitazione a spostamenti e accesso agli spazi comuni, protocolli di sicurezza anti-contagio, ecco tutte le raccomandazioni-obblighi introdotte per evitare il contagio in ambiente di lavoro.
Continua a leggere

Coronavirus: tirocini tra smart working, sospensione e interruzione


L'emergenza Coronavirus incide anche sul futuro dei tirocinanti. La normativa sui tirocini formativi è contenuta nei regolamenti regionali. Vediamo tra lavoro agile o smart working, sospensione o interruzione del tirocinio, quali sono le possibili soluzioni all'emergenza tra Coronavirus Covid-19, anche e soprattutto in base a quanto previsto dalle Linee guida nazionali e dalle Regioni.
Continua a leggere

Ulteriore detrazione per redditi di lavoro dipendente da 28 a 40 mila euro


Il Decreto Legge n. 3 del 5 febbraio 2020 di revisione del Cuneo fiscale ha introdotto, da luglio a dicembre 2020 in via sperimentale, una ulteriore detrazione fiscale per redditi di lavoro dipendente spettante ai lavoratori che percepiscono un reddito da 28 mila a 40 mila euro. Si tratta dell'estensione dell'ex Bonus Renzi, abrogato, ai lavoratori con redditi più altri. Vediamo come funziona l'ulteriore detrazione, spettante accanto alla detrazione per lavoro dipendente dell'art. 13 del TUIR, come si calcola nella busta paga mensile e nel conguaglio fiscale di fine anno (con rischio restituzione per alcuni).
Continua a leggere