L’Italia pronta a fare 6,3 miliardi di deficit in più per il coronavirus

Il governo programma uno scostamento di bilancio pari allo 0,35% del Pil e destinerà all'emergenza provocata dall'epidemia 7,5 miliardi.

La cifra messa sul tavolo dal governo per tamponare l’emergenza coronavirus sarebbe di 7,5 miliardi. A dirlo sono alcune fonti di governo informate sul consiglio dei ministri che il 5 marzo si è riunito per decidere le misure per arginare la crisi legata all’epidemia. Questo vorrebbe disre uno scostamento dai saldi di bilancio pari a 6,3 miliardi di euro, cioè lo 0,35% del Pil, cioè 2,7 miliardi in più della prima ipotesi da 3,6 miliardi.

SERVE INVIARE LETTERA ALL’UE E IL SÌ DELLE CAMERE

Dopo l’ok allo sforamento dai saldi di bilancio dal governo dovrebbe partire la lettera all’Ue in cui viene comunicata la decisione sull’esecutivo. La relazione deve passare quindi al vaglio delle commissioni Bilancio di Senato e Camera e, per l’inizio della prossima settimana dovrà essere votata dalle assemblee. La conferenza dei capigruppo del Senato ha già previsto che l’aula di Palazo Madama esamini l’autorizzazione allo scostamento di bilancio Mercoledì 11 marzo, a partire dalle 9.30.

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it