Crema, sopralluogo del legale della famiglia Beccalli nella casa in cui Sabrina sarebbe morta


Nella giornata di domani, giovedì 1 ottobre, i Ris di Parma torneranno nella casa della ex compagna di Alessandro Pasini, indagato per omicidio volontario e distruzione di cadavere, insieme al legale della famiglia di Sabrina Beccalli, Antonino Andronico. Intanto, si attendono gli esiti dei test del Dna sui resti trovati nell'auto carbonizzata della donna.
Continua a leggere

Finisce con lo scooter in un fosso pieno d’acqua, 52enne muore annegato nel Cremonese


Non c'è stato nulla da fare per l'uomo di 52 anni rimasto vittima di un incidente stradale questa mattina nel Cremonese. L'uomo era in sella al suo scooter quando è finito fuori strada in un canale ai bordi della carreggiata. Inutili i tentativi di rianimarlo da parte del 118: il suo corpo è stato trovato poco dopo l'incidente da un passante.
Continua a leggere

Incidente sul lavoro nel Cremonese, operaio di 65 anni muore travolto da una cisterna


Un operaio di 65 anni è morto dopo essere rimasto schiacciato da una cisterna: l'incidente è avvenuto lunedì sera nei terreni tra i piccoli comuni di Torricella del Pizzo, in provincia di Cremona, e Sissa, in provincia di Parma. A trovare il corpo ormai senza vita dell'uomo è stato il figlio che allarmato per il mancato rientro a casa del padre è andato a cercarlo sul luogo di lavoro. Inutili i tentativi di rianimarlo da parte dei soccorritori.
Continua a leggere

Cremona, omicidio della piccola Gloria: iniziato il processo al padre


È iniziato in Corte d'Assise il processo nei confronti di Kouao Jacob Danho, accusato di aver ucciso la figlia Gloria, di soli due anni, in un appartamento di Cremona. Lo scorso dicembre l'uomo aveva confessato l'omicidio: avrebbe ucciso la bimba per vendicarsi della compagna che, a febbraio 2019, lo aveva lasciato dopo una violenta lite. I giudici hanno disposto una perizia psichiatrica sull'uomo.
Continua a leggere

Cremona, i medici cubani arrivati per aiutare per l’emergenza Covid candidati al Nobel per la pace


Sono stati ufficialmente candidati al premio Nobel per la pace i medici cubani arrivati lo scorso marzo a Cremona per aiutare una delle province più colpite dall'emergenza sanitaria legata al Covid-19. La brigata dei medici è stata inserita nella lista per l'ambito riconoscimento. La candidatura è stata accolta con gioia e commozione dalla sindaca di Cremona Stefania Bonaldi.
Continua a leggere

Crema, rimproverati perché senza mascherina all’ipermercato: tornano col cric e scatta la rissa


Una rissa è scoppiata ieri pomeriggio all'interno dell'ipermercato del centro commerciale Gran Rondò di Crema, in provincia di Cremona. A scatenarla due uomini che erano entrati nell'ipermercato senza mascherine ed erano stati rimproverati per questo motivo da un addetto alla sicurezza. Ne è nato un parapiglia, con cestelli della spesa lanciati in aria e anche un cric brandito minacciosamente da uno dei due clienti. Alla fine è dovuta intervenire la polizia per sedare gli animi.
Continua a leggere

Milioni di api morte tra Brescia e Cremona, Ats: “Trovati alti livelli di fitosanitari”


Sarebbe un prodotto fitosanitario usato come insetticida la causa della morte di quattro milioni di api in pochi giorni. È quanto emerge dai test svolti dall'Ats dopo la strage, avvenuta nel mese di agosto tra le province di Brescia e Cremona. L'uso improprio della sostanza, infatti, potrebbe avere causato la strage degli insetti impollinatori.
Continua a leggere

Cremona, muore a 94 anni e lascia un milione di euro d’eredità a due parrocchie e una casa di riposo


Alessandra Micheli, morta nel 2018 a 94 anni, ha lasciato tutta la sua eredità alle sue due parrocchie: Orzinuovi, in provincia di Brescia, dove era cresciuta, e Castelleone, in provincia di Cremona, dove si era trasferita dopo il matrimonio. In totale l'anziana ha lasciato in eredità oltre un milione di euro: ha donato dei soldi anche alla casa di riposo che l'aveva ospitata fino alla morte.
Continua a leggere

Alex e Stefano, morti nell’incidente aereo a Cremona: la tuta alare ha urtato l’ultraleggero


Secondo quanto dichiarato da alcuni testimoni, l'ultraleggero precipitato ieri a Livrasco, nel comune cremonese di Castelverde, avrebbe preso fuoco prima di precipitare. Era decollato con a bordo sei paracadutisti: l'ultimo, Alessandro Tovazzi, durante il lancio con la sua tuta alare avrebbe urtato un'ala dell'ultraleggero. Sia il paracadutista sia pilota, Stefano Grisenti, sono morti.
Continua a leggere

Tragedia a Cremona, paracadutista urta un ultraleggero che si schianta al suolo: due morti


Tragedia in mattinata a Cremona dove un aereo ultraleggero è precipitato schiantandosi al suolo. Nell'incidente sono rimasti vittime il pilota e l'ultimo dei paracadutisti che si sono lanciati dal velivolo. Proprio quest'ultimo, secondo un'ipotesi al vaglio degli inquirenti, avrebbe impattato l'aeroplano provocando la rottura dell'ala e la conseguente perdita di quota sino allo schianto fatale.
Continua a leggere

Sangue maschile e femminile sulle scale della casa dove Pasini avrebbe ucciso Sabrina Beccalli


Le tracce di sangue trovate sulle scale della casa dell'ex compagna di Alessandro Pasini, accusato di omicidio e distruzione del cadavere di Sabrina Beccalli, apparterrebbero sia al genere maschile che a quello femminile. Questa l'indiscrezione riportata dall'Ansa che, se confermata, darebbe ulteriore credito all'ipotesi degli inquirenti.
Continua a leggere

Castelleone, tenta il suicido impiccandosi a un’antenna della televisione: lo salvano i carabinieri


Un uomo di 29 anni è stato salvato dai carabinieri di Crema, dopo che aveva tentato di togliersi la vita impiccandosi a un'antenna televisiva. I militari, allertati da una telefonata del giovane, sono arrivati in tempo per liberarlo dal cappio e salvargli la vita. Il protagonista del drammatico episodio è ora ricoverato in ospedale.
Continua a leggere

Scomparsa di Sabrina Beccalli, la procura si difende: “Nessuna trascuratezza nelle indagini”


Nota della procura di Cremona sulla scomparsa della 39enne Sabrina Beccalli: "Nessuna sciatteria o trascuratezza nelle indagini". La precisazione del procuratore Roberto Pellicano arriva dopo i tanti dubbi sull'incredibile errore commesso da alcuni veterinari, che hanno scambiato i resti ossei trovati nell'auto carbonizzata della donna per carcasse di cani, mentre invece si trattava di ossa umane.
Continua a leggere

Nell’auto di Sabrina Beccalli trovati resti di un dito e del cranio: “Ora sapremo se è stata ferita”


Sono stati ritrovati altri resti ossei nell'auto di Sabrina Beccalli, tutti appartenenti al genere umano. Dai frammenti di un dito a quelli di una scatola cranica: il pool di esperti che ha stabilito la natura umana delle ossa è in attesa degli esiti del test del Dna per chiudere uno dei misteri della vicenda. Intanto, il consulente per la difesa, l'ex comandante dei Ris Luciano Garofalo, sostiene che da quanto rinvenuto oggi si possa scoprire se la vittima (ormai quasi certamente Sabrina) abbia subìto o meno violenze.
Continua a leggere

Nell’auto di Sabrina Beccalli trovati resti di un dito e del cranio: “Ora sapremo se è stata ferita”


Sono stati ritrovati altri resti ossei nell'auto di Sabrina Beccalli, tutti appartenenti al genere umano. Dai frammenti di un dito a quelli di una scatola cranica: il pool di esperti che ha stabilito la natura umana delle ossa è in attesa degli esiti del test del Dna per chiudere uno dei misteri della vicenda. Intanto, il consulente per la difesa, l'ex comandante dei Ris Luciano Garofalo, sostiene che da quanto rinvenuto oggi si possa scoprire se la vittima (ormai quasi certamente Sabrina) abbia subìto o meno violenze.
Continua a leggere

Ossa in auto Sabrina Beccalli, veterinario Ats al vaglio delle autorità: diceva fossero di cane


"La questione è al vaglio dell'Autorità giudiziaria". Così l'Ats Val Padana in un comunicato stampa stringato in merito alla posizione del proprio veterinario, Giuseppe Casirani, che ha effettuato la valutazione dei resti trovati nell'automobile bruciata di Sabrina Beccalli. Casirani aveva dichiarato che appartenessero a un cane, le recenti analisi lo hanno smentito. E i famigliari della vittima restano in balìa di scelte inspiegabili: perché il Procuratore non ha disposto sin da subito una perizia?
Continua a leggere

Ossa umane nell’auto di Sabrina Beccalli: “Famiglia scioccata, ma la posizione di Pasini non cambia”


La famiglia di Sabrina Beccalli, la 39enne scomparsa a Crema a Ferragosto, è rimasta "scioccata e addolorata" dalla scoperta che le ossa trovate nell'auto carbonizzata della donna apparterrebbero a un essere umano, e non a un cane come avevano sostenuto inizialmente due veterinari. Se l'esame del Dna dovesse confermare che le ossa sono di Sabrina sarebbe avvalorata una parte della versione del presunto omicida, Pasini: "Ma la sua posizione non cambia - precisa l'avvocato della famiglia Beccalli, Antonino Andronico, a Fanpage.it -. Il fatto di aver detto la verità su una circostanza non significa automaticamente che abbia detto il vero su tutto, anzi tutt'altro".
Continua a leggere

Sospetto caso di Covid-19 a Crema, negativo il tampone del bimbo: la classe torna a scuola


È negativo l'esito del tampone cui è stato sottoposto il bimbo di una scuola per l'infanzia di Crema risultato febbricitante venerdì scorso. Il sospetto caso di Covid-19 aveva fatto scattare il protocollo previsto dall'Ats Valpadana e la quarantena per tutta la classe. Il caso ha fatto sollevare dubbi sull'efficacia del protocollo che prevede l'isolamento prima dell'esito del test. La sindaca di Crema, Stefania Bonaldi, ha avvertito di "un rischio concreto di paralisi delle scuole con bambini così piccoli".
Continua a leggere

Resti umani in auto di Sabrina Beccalli, il legale di Pasini: “È la prova che ha detto la verità”


"Alessandro Pasini non aveva alcun motivo di fare del male alla sua amica Sabrina Beccalli. L'esito della perizia sui resti rinvenuti nell'auto della donna, confermano la sua versione: il mio assistito ne ha distrutto il cadavere, come da lui stesso ammesso". Questo il commento di Paolo Sperolini, l'avvocato difensore del presunto omicida della donna di Crema, in carcere da circa tre settimane.
Continua a leggere

Crema, sospetto caso di Covid-19 in scuola dell’infanzia: bimbo con la febbre, classe in isolamento


Un caso sospetto di Covid-19 è stato trovato in una scuola dell'infanzia comunale di Crema. Sono stati i genitori del bimbo ad accorgersi che aveva la febbre, prima di mandarlo in classe la mattina di venerdì scorso. La famiglia ha avvisato la scuola ed è scattato così l'isolamento per tutta la sezione in attesa del tampone.
Continua a leggere

Crema, smontata la versione di Pasini: non c’è droga nella casa in cui avrebbe ucciso Sabrina


Nessuna traccia di droga a casa della ex compagna di Alessandro Pasini, accusato di omicidio e distruzione del cadavere di Sabrina Beccalli, dove l'uomo ha dichiarato di aver trascorso la notte tra il 14 e il 15 agosto in compagnia della donna per consumare cocaina ed eroina. Se tale indiscrezione, riportata da La Provincia di Cremona, venisse confermata, la versione del fermato verrebbe definitivamente smontata.
Continua a leggere

L’auto di Sabrina incendiata col gasolio, investigatori cercano Pasini nei video dei distributori


I carabinieri guidati dal Tenente Colonnello Carlo Repetto, che conducono le indagini sulla scomparsa di Sabrina Beccalli, passeranno al setaccio le immagini registrate dalle telecamere di sorveglianza dei distributori di benzina per individuare Alessandro Pasini. Questi, ha sempre ammesso di aver dato alle fiamme l'auto ma non ha mai spiegato dove abbia reperito il gasolio.
Continua a leggere

Scomparsa di Sabrina Beccalli, stallo nelle indagini: 2 mesi per sapere di chi sono i resti trovati


Occorreranno fino a 60 giorni per sapere se i resti trovati nell'auto bruciata di Sabrina Beccalli appartengano effettivamente alla donna scomparsa lo scorso Ferragosto da Crema o sono parti carbonizzate di un cane, come sostenuto da tre veterinari. Per questo motivo le indagini vivono uno stallo, con le ricerche dei carabinieri ferme in attesa degli esiti. E intanto ci si interroga sulle decisioni della procura di non aver ordinato sin da subito la perizia sul materiale rinvenuto.
Continua a leggere

Cremona, primo paziente deceduto per febbre del Nilo: era ricoverato in terapia intensiva


Un uomo di ottant'anni è deceduto dopo aver contratto la febbre del Nilo, un virus che si trasmette tramite le punture delle normali zanzare. A renderlo noto è il primario di Pneumologia dell'ospedale Maggiore di Cremona, dove l'uomo era stato ricoverato in terapia intensiva. Migliorano invece le condizioni un 70enne, ora spostato in Pneumologia.
Continua a leggere

Casalmaggiore, bimbo di 6 anni prende il treno da solo per andare a trovare la madre al lavoro


Disavventura a lieto fine per un bambino di 6 anni residente a Parma. Il piccolo, sentendo la mancanza della mamma, è uscito di casa senza che il fratello maggiore se ne accorgesse ed è salito da solo per errore su un treno regionale diretto a Brescia. Il capotreno si è accorto del piccolo e si è fatto raccontare la sua storia: il bimbo è stato affidato ai carabinieri di Casalmaggiore, in provincia di Cremona, dove poi è stato raggiunto dalla madre. La donna rischia una denuncia per abbandono di minore.
Continua a leggere

Abbandona un frigo davanti alla discarica: il sindaco di Gerre glielo riporta a casa con dedica


Un uomo che aveva abbandonato in maniera illecita un frigorifero davanti alla discarica di Gerre de' Caprioli, in provincia di Cremona, si è visto restituire il rifiuto ingombrante dal sindaco del paese, Michel Marchi, con tanto di "dedica": "Caro signore, ti è scivolato il frigo davanti alla discarica di Gerre. Per fortuna ti abbiamo visto e te lo riportiamo. Poi ti mando anche la multa". Il primo cittadino ha poi pubblicato tutto su Facebook.
Continua a leggere

Crema, legale famiglia Sabrina: “Pasini è sicuramente l’omicida, non tiene comportamenti razionali”


"L'assassino è sicuramente Pasini, non ha senso dire di aver distrutto il corpo di Sabrina dopo averla trovata morta. Non è un comportamento razionale". Così l'avvocato Antonino Ennio Andronico a Fanpage.it in merito alla vicenda legata alla sparizione della 39enne per cui Pasini è accusato di omicidio volontario e distruzione di cadavere. "Ora faremo analizzare i resti per vedere se racconta la verità - ha continuato il legale -, poi dovrà spiegare perché l'ha fatto".
Continua a leggere