La Cassazione conferma l’ergastolo per Cesare Battisti

La Suprema Corte ha dichiarato inammissibile il ricorso dell'ex terrorista, che chiedeva la commutazione della pena in 30 anni di reclusione.

No alla cancellazione dell’ergastolo per Cesare Battisti. Lo ha deciso la Cassazione che ha dichiarato inammissibile il ricorso proposto dall’ex terrorista contro l’ordinanza con cui, il 17 maggio scorso, la Corte di Assise di Appello di Milano aveva negato la commutazione della pena dell’ergastolo in quella di trent’anni di reclusione.

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it