“Meglio vivere 20 anni da Re che 50 da schiavo”: la frase del 18enne incensurato ucciso come un boss


“Meglio vivere 20 anni da Re che 50 da schiavo”. È la frase che Antimo Giarnieri, il ragazzo di 18 anni ucciso due giorni fa a Casoria, scriveva sulla sua pagina Facebook due anni fa, prima di andare a dormire. Parole che oggi sembrano agghiaccianti. La vita di Antimo si è spezzata purtroppo prima di arrivare a 20 anni. Strappata via dalla ferocia del killer che gli ha esploso contro 7 colpi. Ucciso come un boss.
Continua a leggere

Casoria, 18enne incensurato ucciso come un boss: il fratello è in carcere per camorra


Si indaga in tutte le direzioni per l'agguato in cui è stato ucciso Antimo Giarnieri, il diciottenne incensurato ucciso come un boss a Casoria, nel Napoletano. Il fratello Vittorio era stato arrestato nel 2017 e poi condannato nel 2019 per camorra: è ritenuto tra gli organizzatori di una fazione affiliata al clan dei Casalesi.
Continua a leggere

Agguato a Casoria, 18enne incensurato ucciso come un boss


Un giovane di 18 anni, incensurato, è stato ucciso con 4 colpi di pistola ieri sera a Casoria, in provincia di Napoli; Antimo Giarnieri è stato colpito mentre era in strada con tre amici, uno dei quali rimasto ferito lievemente a un fianco. Le indagini sono affidate ai carabinieri, che stanno cercando di ricostruire il retroscena dell'agguato.
Continua a leggere

“Vi dovete far rapinare senza reagire”, spedizione punitiva a Casoria contro due fratelli


Quattro giovani sono stati arrestati dai carabinieri per una tentata rapina e una spedizione punitiva avvenuta il 5 giugno a Casoria (Napoli): sono accusati di avere tentato di rapinare un'automobile e, messi in fuga dal titolare di un'officina, di essere tornati per minacciare e picchiare l'uomo e il fratello per punirlo di avere reagito.
Continua a leggere

Casoria, ragazza positiva al Covid, ma va lo stesso in palestra prima del risultato del tampone


Preoccupazione a Casoria, nella provincia di Napoli, per una ragazza risultata positiva al Coronavirus che, nonostante si fosse sottoposta al tampone, ha continuato a frequentare una palestra della zona, la Fitness Academy. I gestori hanno preferito chiudere l'esercizio per assicurarsi che nessun cliente sia stato contagiato: la ragazza, da quanto si apprende, era asintomatica.
Continua a leggere

Branco di ragazzine picchia coetanea: la famiglia della vittima non farà denuncia


Non è stata presentata nessuna denuncia per la rissa tra ragazzine avvenuta qualche giorno fa davanti a un centro commerciale di Casoria (Napoli). Alcune delle giovanissime protagoniste sono state rintracciate dai carabinieri, ma i genitori non hanno voluto procedere. Il video era stato acquisito dalla Procura ordinaria e dalla Procura dei Minori di Napoli.
Continua a leggere

Casoria, incendio in un’abitazione, salvati dalle fiamme due anziani e il cane


Due anziani sono stati salvati dall'incendio della loro abitazione a Casoria, in provincia di Napoli. Sono stati soccorsi da carabinieri e vigili del fuoco, incolume anche il cane. L'intervento domenica sera, le fiamme probabilmente causate da un malfunzionamento di una stufa che i due avevano lasciato a accesa prima di andare a dormire.
Continua a leggere

Casoria, rissa al centro commerciale, video: branco di ragazze accerchia e picchia coetanea


Gruppo di ragazzine picchia con ferocia una coetanea: il fatto è avvenuto in un parco commerciale a Casoria, alle porte di Napoli. Il consigliere dei Verdi Borrelli: "Un agguato in piena regola. E pensare che a metterla in pratica siano adolescenti fa venire i brividi. Ora intervengano le forze dell'ordine".
Continua a leggere

Casoria, malore mentre è alla guida, si schianta contro le auto in sosta: morto 20enne


Tragico incidente stradale, questa mattina, a Casoria, nella provincia di Napoli: un ragazzo di circa 20 anni, mentre era alla guida della sua automobile, è stato colto da un malore e si è schiantato contro alcune auto parcheggiate. Inutili i soccorsi, per il ragazzo non c'è stato nulla da fare: sul corpo è stata disposta l'autopsia.
Continua a leggere