Donato Bilancia e il suo legame con le bische della città dei Templi

di Pina Ferro

Si era trasferito a Capaccio, insieme ai genitori, a seguito del terremoto del 1980 ma nel corso degli anni ci è tornato spesso per far visita ai genitori e, a qualche bisca. All’età di 69 anni, il Covid ha ucciso Donato Bilancia, uno dei più temuti serial killer italiani o meglio noto come il killer delle prostitute. Condannato a 13 ergastoli per aver commesso 17 omicidi fra il 1997 e il 1998 in Liguria e nel basso Piemonte è spirato, il 16 dicembre scorso, nel carcere “Due Palazzi” di Padova dove era detenuto. Donato Bilancia nato a Potenza da Rocco, dipendente pubblico, e Anna Mazzaturo, casalinga, si trasferì con la famiglia prima ad Asti, poi a Capaccio, e nel 1956 a Genova.

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia