Il gruppo Padrone di m… di Bologna finisce sul Guardian

Il collettivo nell'estate 2019 ha manifestato a Bologna contro i negozianti accusati di sfruttare i propri dipendenti. Un fenomeno di protesta nato su Internet.

Una protesta organizzata contro i proprietari di negozi che, a loro dire, approfitterebbero dei giovani dipendenti. Il sito del quotidiano inglese Guardian analizza il gruppo Il Padrone di Merda, nato Bologna a gennaio 2019 in ambienti universitari, che porta avanti una serratissima campagna in difesa dei lavoratori sfruttati, fino a dimostrazioni come quella di giugno: vestirsi con maschere bianche, armarsi di megafono e incollare adesivi sulle attività dei “padroni di m…”.

LE ULTIME MANIFESTAZIONI A LUGLIO 2019

La manifestazione di giugno 2019 ha scosso la città: una quindicina di ragazzi con maschere bianche si è appostato davanti a una nota pasticceria cittadina e ha letto le dichiarazioni di un ex impiegato che dichiarava di non ricevere lo stipendio da mesi. Il gruppo ha anche attaccato adesivi sulla vetrina – «Questo negozio ha un padrone di m…» – e quando il proprietario ha chiamato la polizia il capannello si è rapidamente disperso. Nel corso dell’anno sono stati 16 le attività commerciali prese di mira dagli studenti in un’ondata di manifestazioni andata avanti per tutta l’estate. Un fenomeno di protesta che ha attirato l’attenzione anche della stampa estera anche perché riguarda soprattutto gli studenti, in un momento delicato per l’occupazione giovanile in Italia.

PDM AGGREDISCE LAVORATORI!Eccoci qui davanti al Nails Cafe di Raffaele Lipizzi, centro di estetica che deve migliaia di euro alle sue ex dipendenti dopo che per di più non pagavano straordinari!Come si vede nel video il PDM arriva e incomincia a alzare le mani contro la protesta, i lavoratori si sono ovviamente tutelati ma poco dopo la polizia arriva e arresta un ragazzo senza motivo!Siamo sempre qui: oggi I Padroni di Merda del Nails Cafe non lavorano!Pretendiamo i soldi che spettano alle lavoratrici e il rilascio del ragazzo, di certo non smetteremo di vendicarci dei PDM solo perché le istituzioni li tutelano.CONDIVIDETE!!!

Posted by Il Padrone Di Merda – Bologna on Tuesday, July 9, 2019

CHIESTA LA CENSURA DELLA PAGINA FACEBOOK

I negozianti e il Comune hanno chiesto a Facebook di oscurare la pagina del collettivo, il luogo preferito per la discussione e il reclutamento di nuovi membri, ma non è accaduto nulla. E il social per principio non rivela la reale identità dei gestori di gruppi. Il Padrone di Merda è rimasto attivo, ha creato un gruppo chiuso e pianifica di espandersi in altre città italiane, come Pisa o Torino. Le manifestazioni per le strade di Bologna dell’estate 2019 hanno attirato l’attenzione sul fenomeno anche tra i media italiani. Il Fatto Quotidiano e Open hanno dato visibilità alle proteste del 13 giugno evidenziando come la protesta avesse anche come obiettivo il contrasto alle molestie sessuali sul lavoro – ad alcune ragazze, ad esempio, veniva chiesta una foto nuda per essere assunte – mentre BolognaToday a luglio ha parlato dei risvolti giudiziari della vicenda: la pagina Facebook Il Padrone di Merda era stata posta sotto sequestro dalla Procura ma, nonostante questo, il social network non l’aveva oscurata.

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it

Bologna – Riparte la programmazione del Cinema Moderno di Castel Bolognese (Ra), che quest’anno compie 80 anni di storia (castelbolognesenews)

castelbolognesenews scrive nella categoria Bologna che: Questa è la nuova programmazione del Cinema Moderno di Castel Bolognese per i mesi di settembre e ottobre. Quest’anno il Cinema Moderno raggiunge un traguardo molto importante: i suoi 80 anni di atti
vai agli ultimi aggiornamenti su: castel bolognese cinema
1 Voti

Vai all'articolo completo » .Riparte la programmazione del Cinema Moderno di Castel Bolognese (Ra), che quest'anno compie 80 anni di storia.
Riparte la programmazione del Cinema Moderno di Castel Bolognese (Ra), che quest

Bologna – Sabato 23 settembre ripartono le letturead alta voce alla biblioteca comunale di Castel Bolognese (Ra) (castelbolognesenews)

castelbolognesenews scrive nella categoria Bologna che: Riparte dopo la pausa estiva la promozione al libro e alla lettura ad alta voce promossa dalla biblioteca comunale “luigi dal pane” e curata dal locale gruppo volontari Nati per Leggere di Castel Bol
vai agli ultimi aggiornamenti su: castel bolognese biblioteca
1 Voti

Vai all'articolo completo » .Sabato 23 settembre ripartono le letturead alta voce alla biblioteca comunale di Castel Bolognese (Ra).
Sabato 23 settembre ripartono le letturead alta voce alla biblioteca comunale di Castel Bolognese (Ra)

Bologna – Gedrizz e Maryblue duo musicale bolognese (DonatelloCiullo)

Dal sito www.ivanavitabile.com, DonatelloCiullo scrive nella categoria Bologna che: Duo musicale della provincia di Bologna, \r\ni due hanno iniziato a collaborare nel\' estate del 2016.\r\nGedrizz (Goldfried Salvi) musicista e compositore classe, \'87 Inizia la sua avventura mu
SI parla anche di Bologna
1 Voti Gedrizz e Maryblue duo musicale bolognese

Vai all'articolo completo » .Gedrizz e Maryblue duo musicale bolognese.
Gedrizz e Maryblue duo musicale bolognese