L’area delle nuove cappelle del cimitero cade a pezzi, sui social postate le foto del degrado

di Monica De Santis

Questa volta la colpa non è da attribuire ai vandali. Questa volta, come si vede dalle immagini in questa pagina, che mostrano lo stato in cui versa la zona delle nuove cappelle del cimitero di Salerno, la colpa è della mancanza di manutenzione da parte dell’amministrazione comunale, che ha lasciato e continua a lasciare che il cimitero cittadino cada a pezzi. Le immagini sono state postate sul gruppo Facebook “Comitato Territoriale Salerno Mia”, aperto a tutti quelli che “vogliono una Salerno Sana e pulita, per tutti quelli che vogliono tutelare i propri diritti e quelli degli altri luogo di informazione e denuncia e che possa rappresentare anche un forte nodo per collegare ed ampliare la rete di cittadini onesti della Campania” scrivono i fondatori nella descrizione.

Ovviamente non sono mancati i commenti e l’indignazione da parte di alcuni iscritti al gruppo sotto le immagini postate da uno di loro. Non è la prima volta che viene segnalato da parte dei cittadini lo stato di abbandono, la sporcizia, il pavimento rotto, i vetri, le fontane distrutte… tutto è sporco e in rovina: fà impressione entrare in un luogo così dove riposano i nostri morti, un luogo sacro, una Chiesa.

Fa impressione, soprattutto perchè nonostante le segnalazioni, nonostante i commenti negativi nei confronti di chi dovrebbe tenere in buone condizioni il campo santo, tutte queste continuano ancora una volta ad essere ignorate. Lo stato di abbandono e d’incuria del cimitero comunale di Salerno ha raggiunto livelli ormai intollerabili, da mesi, per essere buoni, ormai, si susseguono le proteste e i disagi dei cittadini dovuti alla mancata manutenzione di un luogo che meriterebbe ben altro rispetto ed attenzione.

Tale inerzia ingiustificata da parte dell’Amministrazione Comunale nei confronti del Cimitero non viene accettata dai tanti che ogni giorno si recano in quel luogo santo per portare un saluto ai loro cari che dovrebbero riposare in eterno in un luogo di pace, silenzio e soprattutto pulizia. La mancata attività manutentiva è il segnale della mancanza di rispetto che si ha nei confronti dei defunti. La mancanza di attività manutentiva è, purtroppo, il segnale, dell’indifferenza che l’amministrazione comunale ha sempre avuto nei confronti dei tanti cittadini che più volte hanno segnalato tutto questo degrado.

Consiglia

Documento programmatico di bilancio per il 2022 Ecco cosa c’è da sapere

di Monica De Santis

Bonus e proroghe, la legge di Bilancio 2021, presentata dal Governo Draghi, rappresenta o dovrebbe rappresentare, una nuova tappa del tentativo di ammortizzare l’impatto causato dal Covid-19 e di rilanciare l’economia in Italia. La legge di Bilancio conterrà misure in deficit per 23,4 miliardi, pari all’1,245% del Pil. È quanto emerge dalla tabella contenuta del Documento programmatico di Bilancio.Nel complesso – si legge nel Dpb – il biennio 2021-2022 registrerà comunque un recupero più marcato del prodotto rispetto a quanto previsto nel Programma di stabilità, con un livello di Pil reale che già nel 2022 risulterebbe lievemente superiore a quello del 2019.Per i due anni seguenti – si spiega – considerato l’effetto congiunto della revisione delle esogene e delle ipotesi relative al Pnrr, si confermano sostanzialmente le previsioni del Programma di stabilità, con una crescita che pur rallentando rispetto al 2021-2022, sarebbe nettamente superiore alla tendenza pre-crisi. Per capire quali sono le novità più importanti di questa nuova manovra di bilancio 2021, ci siamo rivolti al commercialista salernitano Carlo De Luca, consigliere nazionale dell’Unione Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili “Il Consiglio dei Ministri ha approvato in data 19 ottobre 2021 il ‘Documento programmatico di bilancio per il 2022’, che illustra le principali linee di intervento che verranno declinate nel disegno di legge di bilancio e gli effetti sui principali indicatori macroeconomici e di finanza pubblica. Le risorse a disposizione ammonterebbero a circa 23 miliardi nel 2022 (pari all’1,245% del Pil): la cifra più consistente, tra gli 8 e i 9 miliardi, dovrebbe essere impiegata per una riduzione del cuneo fiscale. D’altronde, come si legge nel comunicato stampa pubblicato dal Governo, ‘La manovra di bilancio ha l’obiettivo di sostenere l’economia nella fase di uscita dalla pandemia e rafforzare il tasso di crescita nel medio termine. Si mira, inoltre, a ridurre il carico fiscale per famiglie e imprese’. I principali interventi riguardano i seguenti ambiti: Fisco: si prevede un primo intervento di riduzione degli oneri fiscali; il rinvio al 2023 della plastic tax e della sugar tax; il taglio dal 22% al 10% dell’Iva su prodotti assorbenti per l’igiene femminile. Si stanziano risorse per contenere gli oneri energetici nel 2022. Sanità: il Fondo Sanitario Nazionale viene incrementato, rispetto al 2021, di 2 miliardi in ciascun anno fino al 2024. Nuove risorse sono destinate al fondo per i farmaci innovativi e alla spesa per i vaccini e farmaci per arginare la pandemia Covid-19. Scuola, ricerca e università: viene aumentata la dotazione del Fondo di Finanziamento ordinario per l’Università e del Fondo Italiano per la Scienza e viene creato un nuovo fondo per la ricerca applicata. Le borse di studio per gli specializzandi in medicina vengono portate in via permanente a 12.000 l’anno. Viene disposta la proroga fino a giugno dei contratti a tempo determinato stipulati dagli insegnanti durante l’emergenza Covid-19. Regioni ed enti locali: viene incrementato il Fondo per il Trasporto Pubblico Locale e vengono stanziate risorse aggiuntive per gli enti locali per garantire i livelli essenziali a regime per asili nido e per la manutenzione della viabilità provinciale. Investimenti pubblici: vengono previsti stanziamenti aggiuntivi per le amministrazioni centrali e locali dal 2022 al 2036; viene aumentata la dotazione del Fondo di Sviluppo e Coesione per il periodo 2022-2030; vengono stanziate risorse per il Giubileo di Roma e per le Olimpiadi di Milano-Cortina”. Quali ripercussioni si possono avere sul territorio campano? “In primo luogo, per le Regioni del Mezzogiorno, tra cui la Campania, sarebbe fondamentale capire se la Commissione Europea ha autorizzato la proroga al 31.12.2022 del credito imposta mezzogiorno (già previsto nella precedente Legge di Bilancio). Lo chiedono le imprese per effettuare una necessaria programmazione degli investimenti. Inoltre, è da valutare positivamente la previsione di 4 miliardi nel 2022 come ‘sostegno alle imprese e supporto all’ingresso nei mercati internazionali per supportare il consolidamento della ripresa economica’. Le misure riguardano la ‘proroga di incentivi fiscali collegati a Transizione 4.0, risorse per sostenere l’internazionalizzazione, proroga del contributo a favore delle PMI per l’acquisto di beni strumentali (cd nuova Sabatini), nuove risorse per il fondo di garanzia PMI’”. Sembra che i datori di lavoro di Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia possono usufruire di un esonero parziale sui contributi previdenziali, del 30% fino al 2025, del 20% nel 2026-2027 e del 10% fino al 2029. Che benefici tutto questo può portare? “L’esonero contributivo può essere sicuramente una giusta manovra tesa a tutelare i livelli occupazionali. Importante anche la possibile fruizione di tale sgravio da parte dei datori di lavoro con sede legale in Regione diversa da quelle ammesse, a condizione che la prestazione lavorativa si svolga in una delle Regioni previste. Tutto questo, però, sarà strettamente legato ad una riforma del reddito di cittadinanza, opportuna quanto necessaria. Il livello di spesa del Reddito di cittadinanza, infatti, è stato allineato a quello dell’anno 2021: sono previsti correttivi alle modalità di corresponsione e soprattutto bisognerà rafforzare i controlli. Nel quadro complessivo, tali misure vanno necessariamente abbinate alla riforma pensionistica (addio a quota 100, si passa a Quota 102 nel 2022 e Quota 104 nel 2023 per una platea di 50mila persone in due anni) e alla riforma degli ammortizzatori sociali per la quale il governo stanzierà nel 2022 altri 3 miliardi di euro (di cui 1,5 miliardi di euro già appostati con la sospensione del cashback)”. L’esenzione Imu è prevista per stabilimenti balneari e termali, agriturismi e villaggi turistici, case vacanze, bed and breakfast, campeggi, discoteche e sale. Lasciati fuori invece ristoranti, bar e piccole attività commerciali. Le sembra una decisione equa? “Il tema dell’equità (non solo fiscale) è sempre caldo in Italia: il principio della giustizia contributiva dovrebbe godere della massima attenzione in tutte le moderne democrazie, laddove proprio dal sistema fiscale dipende la capacità di uno stato di tutelare esigenze ormai universalmente giudicate «primarie» per ogni cittadino, come la sanità e l’educazione. Si spera in una spinta generalizzata allo sviluppo e alla crescita delle aziende, in particolare di quelle che operano nei settori più colpiti dalla pandemia: si faccia il possibile per garantire condizioni imprenditoriali e di sistema favorevoli. Se non c’è reddito non potranno esserci investimenti e occupazione, con una conseguente riduzione dei consumi. Oggi più che mai le imprese hanno bisogno soprattutto di una reale sburocratizzazione e digitalizzazione del sistema paese, più di ogni altra forma di assistenzialismo (momentanea). È doveroso da parte del Governo guardare a misure economiche concrete che garantiscano l’uguaglianza e promuovano la solidarietà.

Consiglia

Napoli, Manfredi vara la giunta comunale: verso la presentazione


Pronta la nuova giunta comunale del sindaco Gaetano Manfredi. Si pensa di presentarla domani mattina a Palazzo San Giacomo, ma non sono esclusi slittamenti per gli ultimi ritocchi. Il nuovo primo cittadino per la formazione della squadra di governo ha pensato a una giunta in due fasi: fuori i consiglieri per il primo anno, dentro solo tecnici e amministratori di alto profilo.
Continua a leggere

Yaya, operaio 22enne morto schiacciato a Bologna al terzo giorno di lavoro: “Strage inaccettabile”


Incidente mortale sul lavoro a Bentivoglio, in provincia di Bologna. Ha perso la vita Yaya Yafa, un giovane ventiduenne originario della Guinea Bissau, schiacciato da un tir mentre eseguiva un'operazione di carico/scarico. Il ragazzo aveva firmato un contratto interinale presso la Sda dell'Interporto di Bologna ed era al suo terzo giorno di lavoro.
Continua a leggere

Pescia, operato per una frattura al femore, a 103 anni il giorno dopo è già in piedi


Il signor Ampelio, ultracentenario, è stato operato all'ospedale di Pescia, in provincia di Pistoia, a seguito della frattura al femore sinistro. Con grande stupore l'uomo poche ore dopo l'intervento è tornato in piedi e ha ripreso a camminare nelle corsie del reparto di ortopedia toscano. Hanno contribuito al risultato "spirito indomabile, fibra ferrea dell'ultracentenario e professionalità dei medici".
Continua a leggere

Perché la crescita dei contagi di questi giorni può essere anche una buona notizia


Per Roberto Battiston, docente di Fisica all’Università di Trento, l'aumento dei contagi in Italia degli ultimi giorni potrebbe essere una buona notizia. L'introduzione del green pass infatti ha spinto centinaia di migliaia di persone non vaccinate a sottoporsi al tampone e questo ha fatto emergere casi che, altrimenti, sarebbero rimasti "sommersi".
Continua a leggere

Covid Lombardia, il bollettino del 21 ottobre: 383 contagi e un morto, nessun caso a Como e Sondrio


Sono 383 i nuovi casi di Coronavirus registrati in Lombardia nelle ultime 24 ore, con una vittima. Il numero di ricoverati nei reparti ordinari di ospedale ammonta a 276, mentre i pazienti in terapia intensiva sono 53. Ecco i dati del bollettino Covid della Lombardia di giovedì 21 ottobre 2021 diramati dalla Regione.
Continua a leggere

Galleria 4 Giornate chiusa, operai al lavoro. Il Comune: “Riaperta in tempi brevi”


Sono partiti stanotte i lavori per la messa in sicurezza della Galleria Quattro Giornate, che collega Mergellina a Fuorigrotta, chiusa da ieri pomeriggio a causa di infiltrazioni. I tecnici dell'Abc hanno escluso che si possa trattare di un guasto ad una condotta pubblica. Il Comune: "Contiamo di riaprire in tempi brevi". Ma il piano traffico provvisorio è stato prorogato anche domani e non c'è certezza sulla data di riapertura.
Continua a leggere

L’Asl Napoli 2 Nord sospende altri 14 sanitari no-vax: 12 medici e 2 psicologi


L'Asl Napoli 2 Nord ha sospeso 14 sanitari non vaccinati: si tratta di 12 medici e due psicologi. A renderlo noto è la stessa Azienda Sanitaria Locale Napoli 2 Nord, che ha spiegato che tra questi ci sono nove medici di medicina generale, un pediatra di famiglia e due specialisti ambulatori. L'Asl ha fatto sapere che la sospensione sarà comunicata ai rispettivi Ordini professionali.
Continua a leggere

San Donato, scontro tra un’auto e una moto: motociclista trasportato in codice rosso in ospedale


Un uomo è stato soccorso in codice rosso nel pomeriggio di oggi giovedì 21 ottobre. Stando alle prime informazioni l'uomo sarebbe rimasto coinvolto in un tragico scontro tra auto e moto in via Europa a San Donato, alle porte di Milano. Subito sono stati allertati i soccorsi che hanno trasportato il motociclista in codice rosso all'ospedale Niguarda di Milano.
Continua a leggere

Contagi UK, Gilestro a Fanpage.it: “Colpa delle riaperture. A Johnson vanno bene 50mila morti”


Giorgio Gilestro, professore di Neurobiologia all'Imperial College di Londra: "La sottovariante Delta AY.4.2 non è la causa del boom di contagi Covid. Le infezioni sono causate dal calo della protezione conferita dai vaccini, dalle riaperture e dalla rimozione di cautele come l'uso delle mascherine. Al governo vanno bene 50mila morti all'anno".
Continua a leggere

I dati della settimana sul Covid in Campania: l’andamento di vaccini, contagi e morti


La curva dei nuovi contagi da Covid-19 in Campania è tutto sommato stabile, anche se negli ultimi giorni si registra un aumento dei casi, come segnalato anche dai dati dell'ultimo monitoraggio della Fondazione Gimbe, che segue l'andamento della pandemia in Italia da quando è scoppiata. Nella mappa dell'Ecdc, inoltre, la Campania figura in zona arancione per quanto riguarda l'incidenza di rischio per gli spostamenti.
Continua a leggere

“La vita bugiarda degli adulti” la serie Netflix di Elena Ferrante si gira a Posillipo e Gianturco


A Napoli si gira “La vita bugiarda degli adulti”, la nuova serie Tv di Netflix tratta dal romanzo di Elena Ferrante, già autrice de L'Amica Geniale. Tra le location prescelte per le riprese cinematografiche ci sono via Emanuele Gianturco e via Carlo di Tocco, due strade poco distanti dal Rione Luzzatti, dove è ambientata la storia di Lila e Lenù, ma anche le Rampe di Sant'Antonio a Posillipo.
Continua a leggere

Macerata, auto si ribalta e finisce fuori strada: Giacomo muore a 33 anni


Giacomo Bonci è morto all'età di 33 anni dopo un'incidente d'auto avvenuto nella notte sulla strada provinciale 122 che collega Matelica a Gaglione, nelle Marche. Il giovane è deceduto sul colpo dopo che l'auto è finita fuori strada e si è ribaltata più volte. Ferito l'amico che viaggiava con lui: il 25enne è stato condotto in ospedale e non è in pericolo di vita.
Continua a leggere

“In ospedale umiliazioni e mortificazioni, ho una paura mai provata”, la lettera di Sara Pedri


La lettera che Sara Pedri aveva scritto per chiedere aiuto al direttore sanitario dell'ospedale di Cles e informarlo su quanto le stava accadendo all'ospedale di Trento. Una missiva che la dottoressa non ha mai più inviato ma da cui traspare già tutta l'angoscia per una situazione che era diventa insostenibile e che ora una indagine della magistratura ritiene alla base della sua scomparsa avvenuta lo scorso 4 marzo.
Continua a leggere

Petardi e fuochi d’artificio tra le case a Milano, il video dei residenti: “Scempio che va fermato”


Petardi, fuochi d'artificio e schiamazzi: sabato scorso in via Lecco a Milano alcuni ragazzi hanno dato vita a un nuovo atto vandalico. A denunciare quanto accaduto sono stati i residenti stanchi di sopportare questa situazione che va avanti da mesi: "Riteniamo intollerabile che questo scempio non venga interrotto con azioni mirate ed efficaci. Il quartiere si è trasformato in terra di nessuno", ha spiegato un membro del comitato di quartiere.
Continua a leggere