Firenze, il giallo del cadavere in hotel. “Pronto, cercavo mamma”. Ma la donna era già morta


La telefonata choc della figlia della vittima all’albergo nel centro di Firenze. In camera con la vittima, Aicha Shili, 55enne tunisina, c'era un uomo di 50 anni, italiano, che ha pagato il conto ed è andato via, sottolineando che la donna sarebbe rimasta un'altra notte. “Era viva quando sono uscito dalla camera" ha raccontato agli inquirenti.
Continua a leggere

Droga nella Piana del Sele, arrivano le prime sei condanne

di Pina Ferro

Fiumi di droga nella Piana del Sele e nel salernitano. arrivano le prime sei condanne. Ieri mattina il giudice per le udienze preliminari del Tribunale di Salerno, Mariella Albarano, dinanzi alla quale è stato celebrato il rito dell’abbreviato, ha condannato a 16 anni di reclusione Roberto Benicchi considerato uno dei promotori dell’attività di spaccio (accolta in pieno la richiesta che era stata formulata dal pubblico ministero Vincenzo Monteurro); 8 anni e 4 mesi sono stati inflitti a Guglielmo De Martino (la richiesta era stata di 14 anni); 7 anni e 10 mesi ciascuno sono stati inflitti a Davide Marigliano e Pietro De Mastro junior (il Pm ne aveva chiesti 12 anni); 6 anni e 10 mesi sono stati inflitti a Nunzio D’Acunzo e 4 anni e 8 mesi a Gerardo Martino. Per Del Mastro il gip ha anche disposto la scarcerazione.  Assolto Volpicelli. Tutti gli altri indagati nel blitz che scatto nel maggio del 2018 ha scelto di essere processati con il rito ordinario.
Secondo gli inquirenti erano due i gruppi criminali che operavano sulle piazze di spaccio. Da una parte vi era Roberto Benicchi che si appoggiava a clan Pecoraro – Renna e dall’altra vi era Salvatore Del Giorno che ha scelto di affrontare il dibattimento. La rete di spacciatori  controllava sopratutto le piazze di Salerno e  Bellizzi ma anche di Battipaglia, Pontecagnano e Cava de’ Tirreni. E per fare questo avevano stretto rapporti con fornitori di Scampia e Torre Annunziata. Spacciavano hashish, cocaina, marijuana, eroina e crack I due gruppi operavano in totale tranquillità e senza utilizzare alcun linguaggio cifrato.
Gli investigatori riuscirono ad ascoltare il contenuto delle conversazioni che avvenivano nella cucina di Benicchi grazie a delle cimici piazzate dalla Direzione distrettuale antimafia.
Ed è dalle intercettazioni ambientali, senza censura e senza linguaggio in codice, che arrivano le informazioni più indicative per ricostruire il voluminoso giro di affari della consorteria diffusa che spaziava da Vietri alla Piana del Sele. Nel collegio difensivo tra gli altri gli avvocati Giuseppe Russo, Pierluigi Spadafora,  Anna Sassano.

Consiglia

Allatta al seno in un negozio di scarpe ma viene cacciata: scoppia la polemica sui social


Allattare al seno in pubblico è una questione sulla quale si continua a dibattere tanto. L'ultima storia è quella di una madre allontanata da un negozio di scarpe perché intenta a dar da mangiare al figlio. Se sono ancora tanti coloro che si oppongono a questo gesto, c'è chi utilizza la propria visibilità per lanciare un messaggio positivo.
Continua a leggere

Come scegliere la carne: dalla provenienza all’uso di antibiotici, ecco a cosa stare attenti


"Le etichette che dichiarano che gli animali sono stati allevati senza uso di antibiotici sono pleonastiche: in Italia e in tutta l'Unione Europea è vietato l'uso di antibiotici e ormoni all'interno del mangime per gli animali". Etichette, provenienza, frollatura: con il professor Macrì, esperto di sicurezza alimentare, spieghiamo a cosa stare attenti quando scegliamo la carne.
Continua a leggere

Padova, i medici dichiarano la morte cerebrale per la 14enne colpita da infarto a scuola


I medici dell'ospedale di Padova hanno dichiarato la morte cerebrale di Anna, la 14enne colpita da infarto mentre si trovava in classe al liceo delle Scienze umane Duca D'Aosta. Sono iniziate le procedure di protocollo, vale a dire l'osservazione di sei ore prima di dichiararne il decesso. I sanitari hanno rilevato tre arresti cardiaci in poco tempo, che le sono risultati fatali.
Continua a leggere

Sassari, 24 ore prima di morire Zdenka aveva perdonato il suo assassino davanti al giudice


Ventiquattro ore prima di essere uccisa con una coltellata al cuore davanti alle figlie, Zdenka Krejcikova aveva perdonato Francesco Fadda davanti al giudice del Trubunale di Sassari, all'udienza del processo per maltrattamenti scaturito dalla denuncia della donna. Non è chiaro se a dettare quel comportamento fosse stata la paura di un ritorsione o se si trattasse di una decisione spontanea. Zdenka è stata uccisa l'indomani davanti alle figlie in un bar di Ossi.
Continua a leggere

Selfie sui binari e sassi contro i treni: nei guai tre minorenni a Carpi, incastrati dai video


Sono stati identificati e denunciati tre ragazzi di 14 anni che a Carpi hanno scattato selfie sui binari e lanciato sassi sulle rotaie e contro i treni in transito, filmando il tutto con lo smartphone. A incastrarli, proprio i video fatti girare sulla chat di WhtasApp. Ma il fenomeno è più vasto, al punto che si parla di "killfie": negli ultimi sei anni sono morti 259 giovani in tutto il mondo alla ricerca delle sfide estreme.
Continua a leggere

Femminicidio Eligia Ardita, la famiglia all’ex: “Ora non infangarne la memoria”:


"Eligia e Giulia meritano rispetto e verità. La loro memoria non sia infangata da altre menzogne". Così la famiglia di Eligia Ardita ha risposto alla lettera inviata dal carcere da Christian Leonardi, condannato all'ergastolo per il femminicidio della moglie incinta di otto mesi e il procurato aborto della piccola Giulia. "Non vogliamo polemizzare, si è già espressa il tribunale, noi abbiamo fiducia nella giustizia".
Continua a leggere

Taranto, pilotavano bandi dall’Arsenale e dalla Marina Militare: 12 arresti, anche due ufficiali


L'accusa è di corruzione e turbativa d’asta a carico di imprenditori tarantini. Conniventi anche alcuni ufficiali. Sarebbero state pilotate le aggiudicazioni di 15 appalti banditi dall'Arsenale e dalla Stazione Navale della Marina Militare locale, nei mesi da ottobre a dicembre 2018, per un totale di 4,8 milioni di euro.
Continua a leggere

Catania, mette bomba davanti alla tabaccheria ma viene ucciso dall’esplosione


Un giovane è morto nello scoppio di un ordigno che stava collocando insieme a un complice in un distributore di sigarette. Il fatto è avvenuto nella notte al civico 5 di viale Castagnola, nel quartiere di Librino a Catania. Il giovane che ha perso la vita aveva il volto coperto con un passamontagna. Nella deflagrazione sono rimaste danneggiare alcune auto.
Continua a leggere

Terremoto nel palermitano: sisma di magnitudo 3.4 nella notte a Scillano


Terremoto questa notte nel palermitano, alle prime ore dell'alba: l'epicentro è stato localizzato a circa 4 chilometri da Scillato, nel palermitano. La profondità, invece, è stata individuata a 6 chilometri. Il terremoto è stato localizzato da Sala Sismica INGV-Roma. Sarebbe stato avvertito distintamente dalla popolazione ma non si registrerebbero danni.
Continua a leggere

L’oroscopo di Ginny di oggi 20 febbraio segno per segno: Mercurio retrogrado non ti temo!


Anche oggi l'astrologa Ginny ha guardato le stelle e i pianeti nel cerchio dello Zodiaco per raccontarvi le previsioni astrali dell'oroscopo del giorno. È il 20 febbraio, la Luna è in Capricorno ma soprattutto inizia la battaglia contro il panico da Mercurio retrogrado. Che sì, è retrogrado in Pesci ma non fa male a nessuno. Pronti a leggere l'oroscopo di oggi segno per segno?
Continua a leggere

Dramma della solitudine a Bari, non risponde ai parenti da un mese: trovata morta in casa


Era morta da un mese la signora Gaetana, anziana di 88 anni, il cui corpo è stato scoperto nelle scorse ore dai carabinieri nella sua casa di Bari. A lanciare l'allarme sono stati alcuni parenti che vivono al Nord preoccupati dal fatto di non riuscire a mettersi in contatto con lei. E' l'ennesimo dramma della solitudine in Italia.
Continua a leggere