Scomparsa di Sabrina Beccalli, la procura si difende: “Nessuna trascuratezza nelle indagini”


Nota della procura di Cremona sulla scomparsa della 39enne Sabrina Beccalli: "Nessuna sciatteria o trascuratezza nelle indagini". La precisazione del procuratore Roberto Pellicano arriva dopo i tanti dubbi sull'incredibile errore commesso da alcuni veterinari, che hanno scambiato i resti ossei trovati nell'auto carbonizzata della donna per carcasse di cani, mentre invece si trattava di ossa umane.
Continua a leggere