Il leader della protesta di Hong Kong: «Siamo Berlino nella nuova guerra fredda»

Il giovane attivista chiede all'Europa e alla Germania di condannare il livello barbarico di violenza della polizia.

La Berlino della nuova guerra fredda. Così Joshua Wong, leader delle proteste di Hong Kong ha definito la condizione dell’ex colonia britannica ora cinese: «Hong Kong è la nuova Berlino nella nuova Guerra fredda», ha detto Wong in conferenza stampa nella capitale tedesca.

RAGGIUNTO UN «LIVELLO BARBARICO DI VIOLENZA»


La polizia di Hong Kong negli ultimi tre mesi ha raggiunto un «livello barbarico di violenza» ha detto Wong. «Carrie Lam ha dato luce verde alla brutalità della polizia», ha proseguito il giovane attivista e noi chiediamo all’Europa e alla Germania di condannare questa violenza, ha proseguito il 22enne di Hong Kong.

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it