Molestie sessuali all’Accademia di Belle Arti, il prof sotto accusa si dimette


Ha rassegnato le sue dimissioni il professore finito sotto accusa per molestie sessuali all'Accademia di Belle Arti di Napoli. Con una lettera fatta pervenire ai vertici dell'Accademia, il professore ha spiegato la sua decisione con la volontà di salvaguardare la serenità degli allievi e di fare un passo indietro per difendersi nelle sedi giudiziarie opportune.
Continua a leggere

L’oroscopo del giorno 19 febbraio segno per segno: le previsioni dell’astrologa Ginny


L'oroscopo di oggi, 19 febbraio, vede la Luna nel segno del Capricorno insieme a tanti altri pianeti: Marte, Giove, Saturno e Plutone. Il Sole entra nel segno dei Pesci, e le stelle lasciano presagire l'inizio di un periodo di ben poca diplomazia ed altruismo soprattutto nelle questioni politiche e sociali. Ma quali saranno le previsioni astrali segno per segno con questo cielo astrologico? La nostra astrologa Ginny ha osservato i pianeti e le stelle per dare a tutti l'oroscopo di oggi su amore, lavoro e salute.
Continua a leggere

Maria Assunta Scalzi e Stefano Beacco vincono ‘La pupa e il secchione e viceversa’


Martedì 18 febbraio, Italia1 ha trasmesso la finale de 'La pupa e il secchione e viceversa 2020'. Il programma condotto da Paolo Ruffini è stato caratterizzato da tanti ospiti ma soprattutto da una serie di prove che hanno portato al verdetto. Ad aggiudicarsi la vittoria sono stati Maria Assunta Scalzi e Stefano Beacco. Si portano a casa un montepremi di 20mila euro.
Continua a leggere

Scalzi e Stefano Beacco nudi a ‘La pupa e il secchione e viceversa’, lei: “Non mi sento giudicata”


La finale de 'La pupa e il secchione e viceversa', trasmessa martedì 18 febbraio, è stata caratterizzata da diversi momenti hot. Maria Assunta Scalzi e Stefano Beacco si sono tuffati nudi in piscina. Stella Manente è andata a letto senza veli e, infine, la prova 'kiss marathon' ha regalato un bacio molto passionale tra Dario Massa e Marina Evangelista.
Continua a leggere

Televisione: Amazing Stories: il trailer e la data di uscita della nuova serie di Apple TV+

Amazing Stories: il trailer e la data di uscita della nuova serie di Apple TV+

Dopo due anni di attesa sta per arrivare la reinterpretazione della serie di culto creata da Steven Spielberg negli anni ottanta e prodotta sempre da lui anche in questa versione. Ritorna un episodio di culto, una ragazza ha a che fare con eventi impossibili e altre storie straordinarie ci aspettano nei primi cinque episodi della stagione uno.

In origine Amazing Stories doveva essere una delle prime serie in arrivo su Apple TV+ tramite la Amblin Television di Steven Spielberg, già creatore della versione originale andata in onda dal 1985 al 1987 sulla NBC e vinctrice di cinque Emmy. Poi nel febbraio del 2018 lo showrunner confermato al comando, Bryan Fuller, faceva quello che gli riusciva meglio e per la terza volta abbandonava una serie (le prime due sono Star Trek: Discovery e American Gods), sempre per divergenze creative, o di budget nel caso di American Gods. Spielberg non si perdeva d'animo e reclutava il suo... - Leggi l'articolo

 

SERIE TV - Televisione - 19 febbraio 2020 - articolo di Leo Lorusso

Appuntamenti: A Milano c’è il giorno della distopia: Distopian Day

A Milano c'è il giorno della distopia: Distopian Day

Appassionati della distopia, state pronti: a Milano il 21 marzo c'è un convegno tutto per voi

Se fino a qualche anno fa il termine «distopia» era riservato a qualche classico come Il tallone di ferro, 1984, Noi, in anni recenti è diventato popolare e legato a un sottogenere della fantascienza young adult che ha avuto grande successo, nei libri e al cinema. C'è tanto da dire sulla distopia oggi, anche perché il mondo stesso sembra avviato a farcene provare il brivido personalmente. Il 21 marzo, a Milano, alla libreria Covo della Ladra che spesso organizza eventi decisamente interessanti sul fantastico, ci sarà un piccolo convegno proprio... - Leggi l'articolo

 

LIBRI - Appuntamenti - 19 febbraio 2020 - articolo di S*

Cinema: Only: un virus ha sterminato (quasi) tutte le donne del mondo

Only: un virus ha sterminato (quasi) tutte le donne del mondo

Un meteorite, un virus letale che spazza via tutte o quasi le donne sulla faccia della Terra, fino al momento in cui viene emessa una taglia per chiunque ne trovi una viva e ai protagonisti non rimane che fuggire perché c'è chi non esita a sparare per ottenere ciò che vuole.

Non sappiamo se il regista semiesordiente Takeshi Doscher abbia mai sentito parlare del fumetto Y: L'ultimo uomo sulla Terra di Brian K. Vaughn e da cui ormai da tempo immemore ogni casa di produzione sta cercando (senza riuscirci) di realizzare un film o una serie televisiva, ma visto che il binomio DC/Vertigo (e quindi di fatto la Warner Bros che le possiede) non ha fatto causa per plagio, le differenze tra il fumetto e Only devono essere abbastanza chiare, anche se lo spunto iniziale parte comunque con un'apocalisse molto selettiva. Il Plot ufficiale Dopo che una cometa ha... - Leggi l'articolo

 

CINEMA - Cinema - 19 febbraio 2020 - articolo di Leo Lorusso

Soldi del Vaticano per investimenti immobiliari: sequestrati documenti e Pc a monsignor Perlasca


La gendarmeria vaticana ha fatto scattare una serie di perquisizioni a carico di monsignor Alberto Perlasca, già Capo ufficio amministrativo della Prima Sezione della Segreteria di Stato, sequestrando diverso materiale, tra documenti cartacei e apparati informatici. Il Prelato è il sesto indagato dell’inchiesta che nell'ottobre scorso aveva visto cinque dipendenti della Santa Sede indagati e sospesi.
Continua a leggere

Champions League, Simeone si ‘mangia’ Klopp: l’Atletico Madrid batte 1-0 il Liverpool


L'ottavo di andata di Champions League, giocato al 'Wanda Metropolitano', va all'Atletico di Diego Simeone. I 'Colchoneros' sono passati subito in vantaggio con Saul Niguez, riuscendo a chiudere tutti i varchi ad un Liverpool meno scintillante del solito e con un Salah in ombra. Nel finale applausi per Diego Costa: al rientro dopo il lungo infortunio. Il ritorno si giocherà l'11 marzo ad Anfield Road.
Continua a leggere

Borussia Dortmund-PSG 2-1: Haaland, doppietta mostruosa. Neymar e Mbappé si arrendono


Il Borussia Dortmund batte 2-1 il Paris Saint-Germain nella gara d'andata degli ottavi di finale di Champions League. Al Signal Iduna Park è ancora una volta Erling Haaland a prendersi la copertina, con una doppietta: strepitosa la prestazione del centravanti norvegese. Di Neymar il gol del momentaneo pareggio.
Continua a leggere

Secondo Pasquale Tridico il taglio del cuneo fiscale costerà oltre 7 miliardi di euro


Secondo il presidente dell'Inps, Pasquale Tridico, il taglio del cuneo fiscale, a regime, costerà 7,1 miliardi di euro. La stima tiene conto dell'estensione della platea rispetto al bonus di 80 euro di Renzi. Al momento, nella legge di Bilancio sono previsti 5 miliardi per la misura: ciò significa che il governo dovrà trovare altri 2 milirdi di risorse.
Continua a leggere

Scioperano i lavoratori della filiera di Amazon in Lombardia: “Buste paga in regola per tutti”


Buste paga "uguali per tutti ed in regola" sanando le situazioni pregresse riconoscendo ai lavoratori i "soldi persi". Sono alcune delle richieste dei lavoratori della filiera di Amazon che mercoledì 19 febbraio scioperano in Lombardia. Lo annunciano Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uilt-Uil che prevedono presidi davanti ai centri di smistamento di Buccinasco (Milano), Burago (Monza Brianza) e Origgio (Varese), tra le 6.45 e le 19.30.
Continua a leggere

“È influenza”, rimandata a casa 4 volte dal pronto soccorso di Aosta: muore bimba di 17 mesi


La piccola ha lottato per alcuni giorni e poi si è spenta per sempre tra lo strazio dei genitori che come ultimo gesto hanno deciso di donare i suoi organi. Il fascicolo di indagine ipotizza il reato di omicidio colposo e vede indagati per ora i quattro medici del pronto soccorso che hanno visitato la piccola giungendo alla stessa conclusione seppur in giorni diversi.
Continua a leggere

Mantova, semina il panico armato di ascia: dubbi sulla premeditazione, indagini anche sulla vittima


È previsto per mercoledì l'interrogatorio di convalida davanti al giudice per le indagini preliminari del 29enne nigeriano che ha seminato il panico per le strade di Castiglione delle Stiviere (Mantova) ha colpito una persona con un'ascia, distrutto vetrine e auto e assalito i carabinieri. Non è ancora chiaro se quello del giovane sia stato un gesto folle o un attacco premeditato. I militari indagano anche sulla vittima, un 35enne nordafricano, per capire se tra i due uomini si conoscessero.
Continua a leggere

Sardine a Napoli, la manifestazione è un flop: in piazza Dante meno di 400 persone


Flop di presenze per la manifestazione di oggi, 18 febbraio, delle Sardine a Napoli, nelle stesse ore in cui Matteo Salvini teneva un comizio nel Teatro Augusteo: in piazza Dante, malgrado la presenza del portavoce nazionale Mattia Santori, sono arrivate circa 400 persone. Un numero lontano da quello dello scorso novembre, quando in piazza ci furono circa 4mila partecipanti.
Continua a leggere

Strage di Capaci: arrestato per mafia il fratello della vedova Schifani

Giuseppe Costa è finito in manette dopo il blitz della Dia contro il boss Gaetano Scotto. Sarebbe stato uno degli uomini del clan che aveva il compito di riscuotere il pizzo. 28 anni fa la sorella perse il marito nell'agguato contro il giudice Falcone.

Il ricordo della strage di Capaci resta legato alla sua immagine: una giovane donna in lacrime, appena rimasta vedova, che non riesce a seguire il “copione” suggerito dal sacerdote che le sta accanto. E durante i funerali di Giovanni Falcone e dei tre agenti della scorta, in una chiesa stracolma e disperata, rivolgendosi ai mafiosi che le hanno ucciso il marito urla «io vi perdono ma vi dovete inginocchiare».

IN MANETTE NELL’AMBITO DEL BLITZ CONTRO IL BOSS SCOTTO

Rosaria Schifani, vedova di Vito Schifani, saltato in aria su una montagna di tritolo il 23 maggio del 1992, è diventata l’emblema del dolore di una intera nazione. Oggi, a distanza di 28 anni dall’attentato, si torna a parlare di lei e della sua famiglia perché tra gli arrestati nel blitz della Dia che ha riportato in cella il boss palermitano Gaetano Scotto c’è suo fratello, Giuseppe Costa, ufficialmente muratore, di fatto, dicono gli investigatori, riscossore del pizzo per conto del clan. La notizia circolata come indiscrezione in giornata è stata confermata in serata dagli inquirenti.

SAREBBE STATO TRA GLI ESATTORI DEL PIZZO

Giuseppe Costa è accusato di associazione mafiosa: sarebbe affiliato alla famiglia di Vergine Maria. Per conto della cosca avrebbe tenuto la cassa, gestito le estorsioni, «convinto» con minacce le vittime – imprenditori e commercianti – a pagare la “tassa” mafiosa, assicurato alle famiglie dei mafiosi detenuti il sostentamento. Ristoranti, negozi, concessionarie di auto, imprese: nel quartiere pagavano tutti e Costa sarebbe stato tra i collettori del pizzo. Gli inquirenti lo descrivono come pienamente inserito nelle dinamiche mafiose della “famiglia”, tanto che, alla scarcerazione del boss della zona, Gaetano Scotto, per rispetto al padrino invita le sue vittime a dare il denaro direttamente a lui.

LE INDAGINI SUI FRATELLI SCOTTO

L’indagine fotografa anche il ruolo di vertice che Scotto aveva riconquistato nel clan. Già accusato di mafia, il boss è ora parte civile nel processo sul depistaggio delle indagini sulla strage di via D’Amelio, costata la vita al giudice Paolo Borsellino. Accusato ingiustamente da falsi pentiti fu condannato all’ergastolo e poi scarcerato. Oggi siede come vittima davanti ai tre poliziotti accusati di aver depistato l’indagine. Nel blitz del 18 febbraio è stato coinvolto anche il fratello Pietro, tecnico di una società di telefonia, anche lui accusato nell’inchiesta sull’uccisione di Paolo Borsellino. Per la polizia aveva captato la chiamata con cui il magistrato comunicava alla madre che stava per andare a farle visita nella sua abitazione di via D’Amelio davanti alla quale fu piazzata l’autobomba. Pietro Scotto, condannato in primo grado, era stato poi assolto in appello.

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it

Napoli, il 19 febbraio la Linea 1 della metro chiude in anticipo


Domani, 19 febbraio, la metropolitana Linea 1 di Napoli chiuderà in anticipo. Lo fa sapere l'Anm, la società che gestisce il servizio, spiegando che lo stop anticipato è dovuto alla richiesta dell'autorità giudiziaria che dovrà effettuare delle prove straordinarie sul tratto interessato dall'incidente dello scorso 14 gennaio.
Continua a leggere